Alimentazione Cibi Biologici

Topinambur, cos’è?: proprietà, benefici e controindicazioni

Topinambur
Topinambur

Noto come rapa tedesca o ancora come carciofo di Gerusalemme, il Topinambur è un tubero ricco di proprietà. Quali? E’ facilmente digeribile, è dietetico ed inoltre viene considerato anche adatto ai diabetici. Come utilizzarlo e come cucinarlo per poterne ottenere tutti i benefici? Semplice, le risposte potrete trovarle qui di seguito.

Topinambur, cos’è

Prima di ogni cosa è opportuno chiarire a cosa ci si riferisce quando si parla di Topinambur. Questo è il termine con il quale si fa riferimento ad una pianta che viene utilizzata come ortaggio e che fa parte di preciso della famiglia delle Asteraceae. Tale pianta perenne, la cui fioritura avviene alla fine dell’estate, è caratterizzata dalla presenza di fiori molto belli di colore giallo oro e predilige i terreni umidi e più nello specifico è possibile trovarla proprio nei terreni situati vicino ai corsi d’acqua. La sua diffusione in Europa sembrerebbe aver avuto luogo a partire dai primi anni del 1600. E di preciso questa era inizialmente diffusa sotto altri diversi nomi, tra questi ‘noci di terra’, ‘tartufi’, ‘patate’ e ovviamente anche quelli elencati in precedenza.

Proprietà del Topinambur

Sono numerose le proprietà legate al Topinambur,  il cui nome reale è Helianthus tuberosus. E di conseguenza molteplici sono anche i benefici in grado di apportare all’organismo umano. Prima di ogni cosa è opportuno precisare che si tratta di un alimento ipocalorico e quindi adatto per tutte quelle persone che seguono una dieta dimagrante. Di preciso in circa 100 grammi di prodotto fresco sono contenute solamente 30 kcal. Poi ancora essendo un alimento di origine vegetale è possibile dire che non contiene colesterolo e circa 100 grammi di topinambur cotto è in grado di apportare all’organismo dell’uomo ben 2,7 grammi di fibre.

Potrebbe interessarti anche: Yerba Mate: proprietà, benefici e controindicazioni

Topinambur
Topinambur

Se quindi il desiderio è quello di arricchire la propria dieta di fibre vegetali in modo tale da regolarizzare l’attività svolta dal proprio intestino ecco che allora tale alimento andrà consumato cotto. Al contrario consumare il topinambur crudo vi permetterà di poter assumere una maggiore quantità di sali minerali e fibre. Inoltre, sempre facendo riferimento al topinambur crudo è possibile dire che questo è ricco di potassio. E più nello specifico in 100 grammi di tale alimento di origine vegetale sono contenuti circa 429 mg di potassio. Elencando le proprietà legate al topinambur è possibile dire che questo è:

  • antiossidante;
  • ad alto contenuto proteico;
  • privo di glutine e quindi adatto per i celiaci.

Facendo invece riferimento ai benefici in grado di apportare all’organismo ecco che invece è possibile affermare che si rivela utile per:

  • combattere l’anemia;
  • ridurre i livelli di zucchero presenti nel sangue;
  • combattere stanchezza e stress;
  • accelerare il metabolismo;
  • aumentare le difese immunitarie;
  • contrastare la stitichezza.

Controindicazioni

Oltre che numerose ed importanti proprietà e benefici è possibile dire che al Topinambur sono legate anche delle controindicazioni. Di preciso tale alimento va consumato con moderazione in quanto potrebbe causare la comparsa di disturbi come flatulenza. Inoltre, si potrebbero verificare dei casi di dissenteria. Infine è opportuno chiarire che in alcuni soggetti può anche causare la comparsa di crampi addominali.

 

 

Altro... Alimentazione, Cibi Biologici
Melarossa
Melarossa, la dieta preferita dagli utenti del web: come funziona?

Sono sempre di più al giorno d'oggi le persone che si trovano nella condizione di dover fare una lotta contro...

Chiudi