Home » Carambola, frutto tropicale con poche calorie: proprietà e benefici
Mangiare

Carambola, frutto tropicale con poche calorie: proprietà e benefici

Carambola
Carambola

Carambola, è questo il nome di un frutto molto conosciuto e appartenente alla famiglia delle Oxalidaceae. Questo viene considerato uno dei frutti tropicali caratterizzato da un basso numero di calorie. Ed inoltre proprio alla carambola sono legati numerosi benefici e proprietà.

Carambola, origini ed etimologia

Prima di elencarne le proprietà, è importante sottolineare che la carambola è nello specifico il frutto dell’Averrhoa carambola. Il termine è portoghese e deriva di preciso da una parola sanscrita ovvero karmaphala. Il termine carambola è stato coniato da Marathi Karambal nel lontano 1958 e viene utilizzato per definire questo particolare frutto in Italia, in Portogallo ed in Spagna. La Carambola è possibile trovarla al mercato in qualsiasi periodo dell’anno. E proprio la variante dolce è possibile trovarla anche nei supermercati italiani nel periodo di Natale. Quando il frutto in questione è maturo allora il suo colore è giallo-arancio. La buccia è invece sottile e lucida inoltre, se maturo, tale frutto è caratterizzato da un odore particolarmente intenso. Per quanto riguarda invece la polpa, questa è succosa e allo stesso tempo croccante. Il suo sapore invece è aspro.

Carambola, proprietà e benefici

Una volta chiarito cosa si intende per carambola e quali sono le origini del nome, è opportuno elencare le relative proprietà e i benefici in grado di apportare. Tra i frutti tropicali presenti in natura e in commercio, uno di quelli che ha meno calorie è proprio la carambola. Inoltre tale frutto è anche ricco di vitamine, antiossidanti e di sostanze nutritive. Queste infatti si rivelano molto importanti soprattutto per la salute e il benessere del nostro organismo. Nello specifico è possibile affermare che nella carambola sono presenti fibre, minerali tra cui fosforo, ferro, potassio e zinco.

Poi ancora flavonoidi e fenoli, tra cui epicatechina, acido gallico e quercetina. Sono inoltre presenti alcune tracce di vitamina B e nello specifico è possibile fare riferimento alla riboflavina, piridossina e all’acido folico. E ancora è presente anche la vitamina C, considerata importantissima per il nostro organismo in quanto è in grado di rafforzare le difese immunitarie.

Carambola
Carambola

Inoltre, sempre la vitamina C, si rivela utile per combattere le infezioni virali e mantenere integra la struttura dei vasi sanguigni, organi vitali e ossa. Facendo riferimento invece alle fibre,  presenti nella buccia della Carambola, ecco che queste sono in grado di proteggere il colon da particolari irritazioni o da patologie definite gravi. Sempre le fibre si rivelano utili per la mobilità intestinale. In generale è possibile dire che la Carambola è in grado di apportare numerosi benefici all’organismo. E’ infatti in grado di favorire la digestione, combattere il mal di testa, combattere l’insonnia e alleviare sia i sintomi della tosse sia la sensazione di nausea. Inoltre, in caso di diarrea, svolge un’azione astringente. Per ottenere quest’ultimo beneficio sarà necessario mangiare il frutto ancora maturo.

Carambola, controindicazioni

Alla carambola non sono legate particolari controindicazioni. Al contrario viene indicata come un alimento ipocalorico ed inoltre viene spesso utilizzata per migliorare alcune problematiche che riguardano il nostro organismo. L’unica controindicazione può presentarsi nel caso in cui se ne fa un abuso. In questi casi, in persone con patologie serie, può causare dei danni ai reni.

Leggi articolo precedente:
Pane Integrale
Pane integrale, ricetta per prepararlo in casa e benefici

Sono moltissime le persone che amano il sapore del pane integrale. Molti inoltre ne conoscono anche i benefici, ed è...

Chiudi