Home » Astragalo, numerose proprietà: quali sono le controindicazioni?
Mangiare

Astragalo, numerose proprietà: quali sono le controindicazioni?2 minuti di lettura

Astragalo
Astragalo

Astragalo, è questo il nome di un particolare genere di piante che fa parte della famiglia delle Fabaceae. Si tratta di una pianta molto conosciuta soprattutto per le numerose proprietà che la contraddistinguono. Viene considerata una pianta integratore che svolge una particolare azione immunostimolante.

Astragalo, descrizione della pianta

Prima di elencare le proprietà dell’astragalo è importante chiarire o meglio descrivere la pianta in questione. E’ quindi possibile affermare che quando si parla dell’astragalo, il cui nome scientifico è Astragalus membranaceus, si fa di preciso riferimento ad una pianta perenne la cui altezza non è sempre uguale. Questa infatti può variare dai 25- 40 cm fino ad un massimo di 150 cm quando la pianta questione ha raggiunto il massimo dello sviluppo. Inoltre viene considerata una pianta molto ricca di foglie, ognuna delle quali misura circa 5 cm.

E’ originaria della Cina e proprio in tale luogo l’Astragalo cresce in maniera spontanea. Ma è una pianta molto diffusa anche in Mongolia, Siberia e Corea. In altre zone del mondo tale pianta viene coltivata o all’interno di vivai oppure in serra. Particolare importanza ricoprono le radici, le quali si presentano di colore bruno e sono inoltre utilizzate con scopo di cura.

Proprietà Astragalo

Sono veramente numerose le proprietà legate all’astragalo. A tal proposito è possibile dire che proprio per le sue proprietà tonificanti oltre che stimolanti del sistema immunitario, questa pianta veniva utilizzata nella medicina cinese. A questa speciale pianta sono legate numerose altre proprietà. Proprio le sue radici sono ricche di importanti principi attivi, tra cui gli isoflavoni e le saponine astragalosidi. Tutto ciò rende tale pianta importante in quanto questi principi attivi permettono all’Astragalo di avere potere immunostimolate e antinfiammatorio. Per tale motivo viene indicata particolarmente importante per combattere i malanni di stagione. E soprattutto è indicata nel corso dei mesi invernali per combattere raffreddore ed influenza.

Grazie alla sua azione antivirale oltre che antistimolante ecco che questa pianta viene indicata anche per combattere patologie particolarmente gravi. Tra queste ad esempio l’epatite B e l’influenza aviaria. A conferire all’astragalo una particolare azione epatoprotettiva è la presenza di saponine. Iin questo modo, grazie alla sua assunzione, è possibile proteggere il fegato da particolari e gravi problemi causati di preciso da sostanze tossiche o chimiche. E’ ancora possibile dire che l’astragalo tra le diverse proprietà, possiede anche quella definita adattogena. Ma anche una particolare azione cardiotonica.

Astragalo
Astragalo

Astragalo, controindicazioni

Se la domanda che in questo momento vi state ponendo è legata alle controindicazioni dell’astragalo ecco che qui di seguito troverete tutte le risposte. In realtà è possibile affermare che ad oggi non sembrerebbero essere stati effettuati degli studi particolarmente esaurienti su possibili controindicazioni legate a tale pianta. Più che di controindicazioni è possibile parlare di effetti collaterali e nello specifico di vertigini, stanchezza e in alcuni casi anche abbassamento della pressione. Per tutti questi motivi è sconsigliato l’utilizzo di astragalo durante i mesi di gravidanza.  ancora nel periodo legato all’allattamento.

Read previous post:
Carambola
Carambola, frutto tropicale con poche calorie: proprietà e benefici

Carambola, è questo il nome di un frutto molto conosciuto e appartenente alla famiglia delle Oxalidaceae. Questo viene considerato uno...

Close