Home » Geloni: cosa sono, sintomi e rimedi utili per prevenire il disturbo
Vivere

Geloni: cosa sono, sintomi e rimedi utili per prevenire il disturbo3 minuti di lettura

Geloni
Geloni

Geloni è il termine utilizzato per far riferimento ad una tipica affezione invernale causata dall’eccessivo freddo. Molte persone vengono colpite dai geloni e questi, nello specifico, interessano le estremità del corpo. E quindi piedi, mani, orecchie ma anche naso e bocca. Ma, quali sono i sintomi a cui prestare attenzione? Esistono dei modi per prevenire la comparsa di tale disturbo? Qui di seguito sarà possibile trovare le risposte a tali domande.

Geloni: cosa sono e sintomi

Noto anche con il nome tecnico ‘eritema pernio’, i geloni altro non sono che una reazione cutanea particolarmente dolorosa causata proprio dagli sbalzi di temperatura. A provocare danni ai tessuti è l’alternata esposizione tra temperature alte e temperature molto basse. Si tratta di lesioni cutanee che in seguito ad un’eccessiva esposizione al freddo, e a temperature sotto zero, si manifestano con bolle o rigonfiamenti. Quali sono i sintomi a cui prestare attenzione? I geloni tendono a manifestasi alcune ore dopo l’esposizione al freddo. Sulle parti del corpo colpite inizialmente è possibile avvertire una sensazione di fastidio e freddo e la cute si presenta particolarmente pallida. In seguito compaiono poi altri sintomi. Questi sono:

  • pelle fredda al tatto;
  • dolore;
  • sensazione di puntura di spilli;
  • superficie della pelle liscia e tirata con un leggero gonfiore e con la presenza di macchie rosso-violacee;
  • riduzione della sensibilità tattile;
  • intorpidimento.

E poi ancora:

  • formazione di ulcere;
  • comparsa di vescicole causate dal fatto che la pelle si screpola;
  • tumefazione;
  • eritema, e quindi arrossamento della cute;
  • sensazione di bruciore;
  • prurito.

E’ importante precisare che in alcune circostanze, e nello specifico in caso di sovra-infezione batterica, può anche comparire il pus.

Potrebbe interessarti anche: Alluce valgo rimedi naturali: ecco quali sono i più efficaci

Geloni
Geloni

Come prevenire

Prevenire i geloni alle mani è possibile mettendo in atto delle strategie. Nello specifico è consigliato:

  • utilizzare dei guanti strutturati con materiale tecnico: è quindi sconsigliato utilizzare guanti in lana o di materiale simile. Occorre scegliere dei guanti che siano in grado di preservare le mani dal freddo senza però surriscaldare la parte;
  • evitare di avvicinare le mani a forti fonti di calore: queste possono indurre ad una rapida vasodilatazione micro-circolatoria in seguito ad una vasocostrizione da freddo.

Attenzione quindi a non lavare le mani con acqua bollente o molto calda. E nemmeno a poggiarle su stufe oppure termosifoni.Per indurre una normale e naturale termoregolazione basterà semplicemente attendere qualche minuto e procedere massaggiando le dita in maniera molto dolce.

Poi ancora è consigliato:

  • idratate le mani utilizzando unguenti circolatori e lenitivi: un’ottima soluzione potrebbe essere quella di utilizzare l’olio di iperico arricchito con olio essenziale di timo rosso. Un mix perfetto non solamente per riscaldare la parte in maniera graduale ma anche per lenire bruciori e rossori e riattivare la microcircolazione;
  • assumere integratori per la microcircolazione: e quindi estratto di ippocastano, rusco, vite rossa, succo di mirtilli. Questi sono ricchi di flavonoidi ed in grado di favorire la tonicità dei vasi. Sono quindi ideali in quanto in grado di migliorare la circolazione sanguigna e di conseguenza contrastare la stasi.

 

Leggi articolo precedente:
Farina di Semi di Lino
Farina di semi di lino: quali sono le proprietà e i diversi usi

Utilizzata fin dall'antichità ma pian piano sostituita nel corso degli anni dalla farina di grano, la farina di semi di...

Chiudi