Guide News

Bagnoregio, eccezionale borgo medievale: ecco cosa vedere

Bagnoregio
Bagnoregio

Bello ed affascinante, sono numerosi i motivi per i quali Bagnoregio, ovvero un piccolo borgo della provincia di Viterbo, merita di essere visitato almeno una volta nella vita. Un piccolo gioiello incastonato in un colle tufaceo e che però, con il trascorrere del tempo a causa di pioggia e vento e di altri agenti atmosferici rischia di scomparire per erosione. Ma quando e da chi venne fondato questo prezioso borgo? Le risposte potrete trovarle qui di seguito.

Bagnoregio

Raggiungibile solamente a piedi e continuamente minato alla base dall’erosione di pioggia e vento e da due torrenti che scorrono nelle valli sottostanti, il territorio di Bagnoregio necessita di continua manutenzione per la sua sopravvivenza. E quindi per difendersi dalle numerose calamità naturali. Alla civiltà di Bagnoregio sono legati moltissimi anni di storia, tradizioni, cultura e arte. Tutto ciò però rischia di essere cancellato dalle continue frane. Questo piccolo borgo, che come anticipato poc’anzi è raggiungibile solamente a piedi, è stato fondato dagli Etruschi moltissimi anni fa. Esattamente da quel momento sembrerebbero essere trascorsi ben 2500 anni.

Bagnoregio sorge su una delle vie più antiche. Ovvero quella che inizia dal Tevere e che invece finisce nel lago di Bolsena. Coloro i quali hanno avuto la possibilità di visitare tale borgo avranno sicuramente notato l’impronta medievale che lo caratterizza oltre che un’atmosfera piuttosto familiare. Bagnoregio viene considerata anche una vera oasi di pace priva di smog. Infatti all’interno di tale borgo non sarà possibile trovare automobili in quanto raggiungibile solamente a piedi attraverso un ponte che conduce le diverse viuzze medievali.

Perché visitare Bagnoregio

Ma perché visitare Bagnoregio? In realtà esistono alcuni buoni motivi per cui farlo e qui di seguito verranno elencati uno per uno.

  • Per la storia medievale che la caratterizza: tale fantastico borgo è stato fondato, come anticipato poc’anzi, dagli Etruschi circa 2500 anni fa;
  • Per poter respirare aria di altri tempi: oltre che avere un’impronta medievale ecco che presso il borgo di Bagnoregio sarà possibile respirare anche un’atmosfera familiare ferma al passato. E quindi sarà possibile notare la presenza di frantoi rinascimentali, fiori alle finestre e viuzze strette;

Potrebbe interessarti anche: Isole Tremiti, cosa visitare?: ecco le spiagge più belle

Bagnoregio
Bagnoregio
  • Per ammirare la bellezza del Palazzo Vescovile e della Porta di Santa Maria: quest’ultima è composta da due bassorilievi che raffigurano un bellissimo leone che attraverso i suoi artigli tiene un uomo. Una metafora questa legata alla cacciata dei Monaldeschi;
  • Per poter assistere ad una bellissima ed incantevole processione: questa ha luogo la sera del venerdì santo. Una preziosa scultura viene portata a Bagnoregio da Civita ma secondo la tradizione dovrà tornare al paese di origine entro la mezzanotte altrimenti potrà avvenire l’acquisizione della stessa da parte dei bagnoresi;
  • Per poter visitare la Chiesa di San Donato: tale Chiesa si affaccia sulla piazza principale di Bagnoregio. Al suo interno, per chi non lo sapesse, tale Chiesa custodisce il Crocifisso ligneo quattrocentesco. Questo è ritenuto miracoloso e a questo è legata proprio la processione del Cristo morto.
Altro... Guide, News
Equinozio di Primavera
Equinozio di primavera, cos’è?: miti e leggende

Sarà capitato a molti, nel corso della vita, di aver sentito parlare di equinozio di primavera ma di non sapere...

Chiudi