Home » Punteruolo rosso: descrizione e come debellare il parassita nemico delle palme
News

Punteruolo rosso: descrizione e come debellare il parassita nemico delle palme2 minuti di lettura

Punteruolo Rosso
Punteruolo Rosso

Sono particolarmente temuti  soprattutto dagli agricoltori  perché la loro infestazione risulta difficile da debellare.  Stiamo parlando dei punteruoli Rossi,  ovvero dei coleotteri originari dell’Asia e considerati dei parassita micidiali in grado di far ammalare molte specie di  Palme.  Chiamato anche Rhynchophorus ferrugineus,  il punteruolo rosso come già abbiamo detto è originario della Melanesia e dell’Asia Sud orientale dove pare abbia causato e continua a causare molti danni alle coltivazioni della palma da cocco.

Negli anni questo parassita cominciò anche a diffondersi negli Emirati Arabi poi nel Medio Oriente ed infine in tutti i paesi del Mediterraneo. Mentre dapprima nel 1994 raggiunse la Spagna,  soltanto nel 2004 arrivò in Italia  e nel 2005 venne segnalato anche in Sicilia.

La sua rapida diffusione è da addebitare al commercio di molti esemplari di pianta infestati Purtroppo da questo insetto e non idoneamente riconosciuti come tali. In Italia Purtroppo questa infestazione da parassita ha causato dei danni non indifferenti alle Palme ornamentali, per via anche della mancanza di naturali predatori specifici per poter combattere questo tipo di insetto. Vediamo qui di seguito quelle che sono le principali caratteristiche di questo coleottero e quali sono i modi per poterlo debellare.

Descrizione

Il punteruolo rosso è dunque un parassita la cui lunghezza varia dai 19 fino ai 45 mm. È di colore rosso con delle piccole macchioline nere proprio sulla parte superiore del torace.  Ha anche un rostro ricurvo piuttosto lungo che è maggiormente accentuato negli esemplari maschi.  Per quanto riguarda la larghezza del corpo del punteruolo questa è compresa tra i 11,5 e i 15,5 mm.  Le uova del punteruolo sono molto sottili, di colore bianco e lunghe circa 2,62 X 1,12 mm.  Queste vengono deposte dalle uova in un numero che varia da 10 a un molte centinaia. Le larve invece hanno una lunghezza che varia dai 35 ai 50 mm e sono di colore bianco con il capo di colore marrone.  Presentano un apparato masticatore piuttosto sviluppato e non è dotato di zampe.

Come combattere il punteruolo rosso

Punteruolo Rosso
Punteruolo Rosso

Lo abbiamo in parte già detto, l’infestazione di questo parassita è piuttosto difficile da debellare e purtroppo bisogna fare ricorso alla chimica e all’uso di pesticidi. Molto utile per poter debellare questi insetti sembra essere l’ insetticida della Bayer Garden ovvero il reldan 22. Questo presenta un principio attivo Quale il  clorpirifos-metile che risulta essere davvero piuttosto potente.  Basterà sceglierne soltanto 25 ml di prodotto in 5 litri di acqua.

Ad ogni modo questi trattamenti con pesticidi e insetticidi vari vanno effettuati tra i mesi di febbraio e quelli di marzo, ripetuti con una cadenza mensile fino al mese di novembre.  In questo modo infatti si andrà ad attaccare tutto il ciclo biologico del punteruolo rosso.  Si può anche combattere questo parassita con dei rimedi alternativi agli insetticidi chimici.  Si possono utilizzare dei nematodi entomopatogeni  e più nello specifico si può utilizzare lo  Steinernema carpocapsae. Questo è considerato davvero un antagonista molto naturale del parassita in questione e va ad attaccare le larve arrestando nel ciclo biologico.

Read previous post:
Mosca bianca
Mosca bianca: origine, habitat naturale e come allontanarla

La Mosca Bianca  appartiene ad una famiglia di insetti  ovvero alla Rhynchota Homoptera.  Più nello specifico si parla di aleurodidi,...

Close