Mangiare

Kefir origine e benefici: ingredienti necessari e come preparalo

Kefir
Kefir

Il Kefir per chi non lo sapesse è una bevanda molto ricca di fermenti lattici ed è ottenuta proprio dalla fermentazione del latte.  Il suo gusto è molto fresco e ricco di acido lattico ed è considerato un alimento molto nutriente. Kefir arriva direttamente dal Caucaso, ma è anche molto utilizzato nell’ex Unione Sovietica.  Più nello specifico, il Kefir può essere definito un latte fermentato molto simile allo yogurt, leggermente acido ma comunque dal gusto fresco e soprattutto piacevole.

Sembra proprio che già questo alimento fosse piuttosto apprezzato dagli uomini migliaia di anni fa.  Al giorno d’oggi è molto utilizzato in Russia dove viene preparato nel modo tradizionale utilizzando latte o di pecora o di vacca o di capra, ma rigorosamente fresco. Per la sua preparazione, oltre al latte vengono utilizzati i fermenti oppure proprio i granuli di kefir. Questi pare siano formati da un polisaccaride che all’interno contengono diversi lieviti e colonie di batteri. Sembra proprio che oltre al Kefir a base di latte, ci possa essere il kefir d’acqua,  ma anche il kefir preparato con latte di riso o di soia.

Benefici

Lo abbiamo già anticipato, il kefir è sicuramente un alimento ricco di proprietà benefiche e considerato addirittura di miracoloso per l’organismo.  Questo perché contiene una dose piuttosto sostanziosa di fermenti, che per chi non lo sapesse permettono un buon funzionamento dell’intestino. I fermenti aiutano anche a prevenire allergie e ad assorbire molte vitamine che sono importanti per la nostra salute. Il kefir però è anche molto ricco di minerali tra i quali lo zinco, il calcio, il magnesio e il fosforo.

Nel kefir si trovano anche aminoacidi come il triptofano. Questo pare  agisca in modo terapeutico sul nostro sistema nervoso e infatti molto utile per coloro che soffrono di disturbi del sonno o iperattività.  Il kefir è anche molto ricco di vitamine, soprattutto quelli appartenenti al gruppo k e b, sono anche degli ottimi antiossidanti e agiscono sul sistema renale. Per via della presenza dei fermenti lattici, il kefir agisce anche sul buon funzionamento dell’apparato digerente e in generale è più nello specifico dell’ intestino. Il motivo?  Rinforza le difese immunitarie e proprio perché pare vada a stimolare la produzione degli anticorpi.

Ma non finisce qui perché il kefir agendo sull’intestino, va a riequilibrare la flora intestinale.  Insomma il kefir è considerato davvero un elisir di vita,  in quanto agisce anche eliminando il colesterolo cattivo presente nel sangue.  Per tutte queste ragioni, il kefir è consigliato a coloro i quali hanno dovuto sottoporsi ad un trattamento di antibiotico ma anche ad anziani e donne in gravidanza per via della presenza di acido folico, e per chi in generale ha bisogno di energia.

Come si prepara

Kefir
Kefir

Preparare il kefir è molto semplice e soprattutto vi occorreranno soltanto pochi ingredienti. Quali?  Munitevi di Mezzo litro di latte a temperatura ambiente e di 50 g che ammontano a circa 2 cucchiai di granuli di kefir di latte. Ponete questi ultimi in un contenitore di vetro che abbia un coperchio e versate poi all’interno il latte. Chiudete il contenitore e ponetelo in un luogo a temperatura ambiente, aspettando almeno 48 ore.  In questo arco di tempo, il latte dovrà cagliare.  Trascorse 48 ore, filtrate il composto in modo tale da separare i granuli dal latte che nel frattempo sarà fermentato.  Vi accorgerete che il kefir è pronto soltanto quando questa avrà raggiunto una consistenza densa ed i granuli saranno raddoppiati di volume.

Altro... Mangiare
Lievito Madre
Lievito madre: ricetta per ottenere un’ottima pasta madre per preparare in casa pane e pizza

Quando si preparano determinati cibi a pasta lievitante, si utilizza ovviamente il lievito. In commercio esistono davvero tanti tipi di...

Chiudi