Mangiare

Dieta Ipocalorica: come funziona e varie tipologie

Dieta Ipocalorica
Dieta Ipocalorica

Con l’arrivo della bella stagione sono sempre di più le persone che scelgono di seguire una dieta nella speranza di perdere i chili di troppo accumulati nel corso dei mesi invernali. Esistono diverse tipologie di diete, e tra queste vi troviamo anche la dieta ipocalorica di cui tutti, almeno una volta nella vita, hanno sentito parlare. Ma esattamente come funziona e quante tipologie ne esistono? Le risposte a tali domande sarà possibile trovarle qui di seguito.

Dieta ipocalorica: come funziona:

Quando si parla di dieta ipocalorica si fa riferimento ad un regime alimentare in cui vengono assunte, giornalmente, meno calorie rispetto a quelle che sarebbero necessarie all’organismo. Ogni persona a seconda del sesso, dell’età, dello sport praticato, dell’attività svolta nel corso della giornata ed anche in base all’eventuale presenza di patologie ha la necessità di assumere un certo quantitativo di calorie al giorno. Queste sono considerate molto utili per il nostro organismo in quanto lo aiuta a svolgere al meglio tutte le funzioni. L’obiettivo della dieta ipocalorica è quello di stravolgere questo equilibrio e quindi fare in modo che il corpo assuma meno cibo di quello che invece sarebbe necessario. In questo modo il corpo potrà bruciare i grassi e quindi aiutare a perdere peso velocemente.

Diete ipocaloriche: cosa sapere

Prima di iniziare a seguire una dieta ipocalorica è molto importante effettuare delle precisazioni. Di preciso è importante chiarire che in generale quando si parla di diete, e in questo caso specifico di diete ipocaloriche, è assolutamente sconsigliato il fai da te. Dato che si tratta di un regime alimentare piuttosto duro che mette a dura prova l’organismo è consigliato seguirlo solo sotto la supervisione di un esperto. E soprattutto per un periodo di tempo definito in modo tale da poter raggiungere quello che è l’obiettivo prefissato. E soprattutto evitare di andare in contro a controindicazioni e alla comparsa di effetti collaterali.

Per approfondimenti leggi anche: Dieta del minestrone: come funziona e cosa mangiare

Dieta Ipocalorica
Dieta Ipocalorica

Varie tipologie

Come e quale dieta ipocalorica scegliere? Tra queste vi troviamo la dieta:

  • mimo-digiuno: questo è un regime alimentare che andrà seguito soltanto per pochi giorni. Il primo giorno bisognerà assumere circa 1000 calorie e poi man mano che i giorni passano bisognerà scendere sempre di più. Quali sono i cibi permessi? Quelli liquidi e quindi zuppe e minestroni ma anche frutta secca, grassi naturali e carboidrati semplici;
  • scardsale: in questo caso si fa riferimento ad un regime ipocalorico in cui vengono consumate soprattutto proteine mentre invece è fortemente limitato il consumo di carboidrati. Viene inoltre indicato come un regime alimentare lampo in quanto dura solo 2 settimane più altre 2 settimane di mantenimento. Seguendo tale dieta ipocalorica sarà possibile perdere circa 450-500 grammi alla settimana;
  • Dieta del minestrone: questo è un tipo di dieta in cui non è previsto il conteggio delle calorie. Coloro che scelgono di seguire tale dieta potranno consumare a volontà proprio il minestrone, considerato l’alimento principale. Ma oltre a questi sono consentiti anche la verdura cruda e cotta e la frutta. E’ inoltre importante chiarire che tale dieta sarà possibile seguirla soltanto per una settimana, o al massimo due. In questo modo si eviterà di andare in contro a carenze alimentari.
Altro... Mangiare
Fagioli all’Uccelletto
Fagioli all’uccelletto: ricetta del famoso piatto Toscano

I fagioli all'uccelletto sono un famoso piatto Toscano molto semplice da preparare in casa e di cui qui di seguito...

Chiudi