Home » Dieta Dissociata: come funziona e controindicazioni
Mangiare

Dieta Dissociata: come funziona e controindicazioni3 minuti di lettura

Dieta Dissociata
Dieta Dissociata

Eliminare i chili di troppo non sempre è semplice. Ed è questo il motivo per il quale in tanti vanno alla ricerca di specifici regimi alimentari in grado di promettere una serie di vantaggi. Tra questi vi troviamo la dieta dissociata in grado di garantire una migliore digestione ma anche perdita di peso, migliore assimilazione di nutrienti ed una condizione generale di salute migliore.

Dieta dissociata: come funziona

Ideata negli anni ’80 da William Hay, la dieta dissociata nel corso degli anni è stata soggetta a diverse rielaborazioni. Il vero successo lo ha però raggiunto negli anni ’90 quando molte persone scelsero di sperimentarla. Ma come funziona esattamente la dieta dissociata? Quali sono i principi sui quali si basa? Alla prima domanda è possibile rispondere affermando che quando si parla di dieta dissociata ci si riferisce ad un regime alimentare nel quale i nutrienti fondamentali e quindi le proteine, i grassi e i carboidrati vengono assunti tutti separatamente.

Cosa significa questo? Semplice, significa che nel caso in cui si scelga di mangiare un piatto di pasta ecco che subito dopo non bisognerà consumare pesce, carne e nemmeno latticini. Ma non solo, il primo piatto in questione non andrà condito nemmeno con parmigiano o sugo di ragù. Secondo la fisiologia del nostro corpo i nutrienti singoli vengono digeriti dallo stomaco molto più facilmente. E allo stesso modo, sempre facilmente, vengono anche assimilati dall’intestino. Ad una migliore digestione sono legati una serie di vantaggi tra questi vi troviamo ad esempio la prevenzione di problematiche gastrointestinali. Quali sono? Tra queste vi troviamo la colite ma anche la gastrite. La dieta dissociata favorisce inoltre la perdita di peso ed è in grado di migliorare l’assorbimento dei nutrienti. In tale regime alimentare è consigliato inoltre aumentare il consumo di frutta e verdura e ridurre invece le proteine animali.

Potrebbe interessarti anche: Dieta alcalina, come funziona?: alimenti consigliati

Dieta Dissociata
Dieta Dissociata

Principi su cui si basa la dieta dissociata

Come affermato in precedenza, la dieta dissociata si basa su alcuni specifici principi che verranno elencati qui di seguito. Di preciso:

  • il pranzo deve essere il pasto più completo della giornata e va consumato entro le ore 16.00;
  • i carboidrati vanno consumati fino ad ora di pranzo;
  • il grasso delle proteine è da consumare a cena;
  • occorre evitare l’associazione di carboidrati complessi e zuccheri semplici;
  • evitare di mangiare dopo i pasti sia la frutta che i dolci;
  • limitare il consumo di proteine, grassi e amidi;
  • non bisogna mischiare diversi tipi di proteine;
  • ogni pasto deve essere caratterizzato da una singola tipologia di nutriente e questo dovrà essere sempre accompagnato da verdura. Non bisognerà quindi mischiare insieme proteine e carboidrati.

Controindicazioni

Se la domanda che in questo momento vi state ponendo è se alla dieta dissociata sono legate o no delle controindicazioni ecco che è possibile rispondere no. Un grande svantaggio legato a tale regime alimentare potrebbe essere, soltanto, quello di trovarsi a dover mangiare sempre gli stessi piatti. Ed anche la colazione potrebbe risultare poco saziante dato che non è consentito mischiare proteine e carboidrati. Vi sono comunque particolari situazioni e condizioni in cui non è permesso seguire tale regime alimentare e anzi è assolutamente sconsigliato. Ciò accade nello specifico in gravidanza, durante l’allattamento, nel corso della menopausa. Ed infine la dieta dissociata è sconsigliata anche per i bambini e per coloro che soffrono di diabete.

Read previous post:
Feijoa
Feijoa, frutto tropicale ricco di proprietà benefiche

In pochi conoscono la Feijoa. Si tratta di un prezioso frutto tropicale in grado di apportare numerosi ed importanti benefici...

Close