Abitare

Coltivare zafferano: come scegliere i bulbi, il terreno e il clima ideale

Coltivare zafferano
Coltivare zafferano

Lo zafferano è una spezia che si ottiene dagli stigmi di un fiore, chiamato crocus sativus conosciuto come Zafferano vero. La pianta dello zafferano cresce dai 20 ai 30 cm. Ad ogni modo, si tratta di una spezia tra le più costose al mondo, originario dell’Asia Minore o della Grecia, viene coltivato per la prima volta proprio in quest’ultimo paese. Al proprio interno ha un pigmento carotenoide chiamato crocina, che conferisce una tonalità giallo- dorata ai vari piatti in cui il lo zafferano viene messo. Ma come coltivare lo zafferano? Si tratta di una pratica agricola molto antica, ma che sta ritornando nelle nostre campagne. Anticamente lo zafferano era monopolio di Stato, mentre al giorno d’oggi nonostante si possa pensare che lo sia ancora, non è proprio così e dunque chiunque può coltivarlo nel proprio terreno. Ad ogni modo, questa spezia ha un costo particolarmente elevato e ciò è dovuto al lavoro richiesto per produrre anche uno solo la quantità molto piccola di questa spezia. Non tutti sanno che la pianta dello zafferano nasce da un bulbo e il fiore è sterile, ovvero non arriva al seme per cui soltanto tramite il punto si replica.

Come coltivare lo zafferano

Coltivare zafferano
Coltivare zafferano

Vediamo qui di seguito, come coltivare lo zafferano in semplici mosse cominciando dalla scelta dei bulbi.

Potrebbe anche interessarti: Zafferano: etimologia, proprietà e coltivazione

1 La scelta dei bulbi

Quando è adulta la pianta, ha un bulbo tubero dal diametro di circa 5 cm, nei quali si possono generare i getti che contiene le foglie e anche i fiori dello zafferano, da cui nascono quelli che sono definiti gli stimmi rossi, che sono utilizzati come spezia. Sarebbe opportuno acquistare i bulbi biologici, che provengono da coltivazioni annuali e da non sottovalutare e anche la misura di questi bulbi che devono avere un diametro di 3-4 cm.

2 Quantità dei bulbi

Bisogna acquistare circa 100 bulbi dal diametro di 4 cm, visto che ognuno di questo fa un fiore con tre stimmi Rossi.

3 terreno e clima

Per far si che la coltivazione di zafferano, possa dare dei risultati soddisfacenti bisogna attenzionare il terreno. È preferibile che il suolo sia calcareo, ma anche argilla neutra che abbia un ph che varia da 6 a 8. La pianta di zafferano cresce bene anche sui suoli ferruginosi e/o sabbiosi. E’ bene ad ogni modo che le radici possano farsi strada in profondità e che il terreno sia sempre ben drenato. Per quanto riguarda il clima, invece, quello perfetto è quello Mediterraneo con inverni piovosi e le temperature miti.

4 ciclo di vita della pianta

Questo si suddivide in due parti ovvero uno che è chiamato attiva e che va dal mese di agosto a quello di maggio e una di riposo che va dal mese di maggio a quello di agosto. Dunque ad agosto si piantano i bulbi, a settembre nascono le prime foglie, ad ottobre-novembre abbiamo la fioritura dei bulbi, dicembre- Maggio la crescita della pianta e la nascita dei bulbi figli ed a giugno- luglio il riposo della pianta.