Home » Alberi da frutto, i principali: come coltivarli in giardino o nell’orto
Abitare

Alberi da frutto, i principali: come coltivarli in giardino o nell’orto3 minuti di lettura

Alberi da frutto
Alberi da frutto

Per Alberi da frutto si intendono quegli alberi che producono frutti, che vengono utilizzati dall’uomo per alimentarsi oppure per qualsiasi altra finalità economica. Va precisato che la frutta non è prodotta soltanto dagli alberi, ma ad esempio i meloni e le fragole sono prodotti da piante erbacee. Poi esistono rampicanti che producono appunto dei frutti come la vite, il lampone e molti arbusti che invece producono ad esempio l’uva spina, il mirtillo rosso e nero.Tra gli alberi da frutto più noti citiamo sicuramente il castagno. Il Melograno, il pistacchio, il noce, il cotogno. Coltivare gli alberi da frutto non è poi così tanto difficile ed effettivamente dovrebbe non mancare nel nostro giardino o orto grande o piccolo che esso sia. Ovviamente più spazio a disposizione sia ha, più si può progettare di creare un’ aiuola fiorita di alberi da frutto. Bisogna comunque tenere conto, quando si decide di coltivare degli alberi da frutto sia in giardino che nel proprio orto, di alcuni fattori come le dimensioni, il clima, la tipologia del terreno e l’esposizione al sole. Ma quali sono gli alberi da frutta che è possibile coltivare nel proprio giardino o nel proprio orto e perché no sul balcone?

Vediamo i principali.

Potrebbe interessarti anche: Frassino: origine e habitat naturale, caratteristiche e proprietà benefiche

Alberi da frutto da coltivare nell’orto o in giardino

1 Melo

Alberi da frutto
Alberi da frutto

Questo tipo di albero, fa parte delle Pomacee un genere a cui appartengono sostanzialmente tutti i tipi di albero da frutta, la cui polpa all’interno racchiude un torsolo che a sua volta contiene dei semi molto piccoli. Questo si può coltivare tranquillamente in giardino anche se non di grandi dimensioni, oppure in un piccolo orto. Va detto inoltre che esistono diverse varietà di mele, ognuno dei quali produce dei frutti differenti non soltanto dal punto di vista estetico, ma anche dal sapore. Questo albero da frutto non può mai vivere da solo, ma ha bisogno di un insetto come un’ape che vada a fecondare i suoi fiori. Tende inoltre a sviluppare le radici orizzontali.

2 Pero

Tra gli alberi da frutto, questo insieme al precedente, è quello più comune e appartiene alla famiglia delle Rosaceae. Ad oggi non si conoscono esattamente le origini di questo albero da frutto ma si pensa che possa essere originario dell’Asia. Il frutto prodotto è molto ricco di proprietà benefiche e può essere utilizzato anche per preparare tante ricette dolci, ma anche salate. Questo tipo di albero predilige un clima caldo a delle radici piuttosto profonde che si estendono in senso orizzontale. Si sviluppa perlopiù se esposto verso il sole e per l’impollinazione ha bisogno di un insetto impollinatore. Tra le varietà più comuni di però, citiamo la coscia, Volpina e Angelica.

3 Ciliegio

Questo appartiene alla famiglia delle drupacee, alla quale appartengono sostanzialmente tutti gli alberi da frutto che hanno una polpa al cui interno si trova un nocciolo dal guscio piuttosto duro, che va a proteggere il seme. Si tratta di alberi piuttosto grandi e proprio per questo motivo sono sconsigliati a chi ha un orto di piccole dimensioni. Riguardo la coltivazione, necessità di un terreno profondo non troppo umido, e va posizionato in piena luce. Tra le varietà più comuni citiamo il Precoce della Marca e Goriziana.

Read previous post:
Gerani Parigini
Gerani parigini: descrizione, come piantarli e come prendersene cura

Geranio Parigino, così come il geranio Edera è una varietà di geranio molto comune, che viene utilizzata per lo più...

Close