Home » Aglio, proprietà, benefici ed effetti collaterali
Mangiare

Aglio, proprietà, benefici ed effetti collaterali3 minuti di lettura

Aglio
Aglio

Tutti in cucina sono soliti utilizzare l’aglio, nome legato ad una pianta coltivata bulbosa che tradizionalmente viene assegnata alla famiglia delle Liliaceae. Nonostante ciò però sono molti gli studiosi che proprio per la forma dell’infiorescenza sono soliti inserire l’aglio, insieme alla cipolla, nella famiglia delle Amarillidaceae.

Storia dell’aglio e valori nutrizionali

Conosciuta fin dai tempi antichi, la pianta dell’aglio è stata utilizzata dagli Egizi nel III millennio a.C. In seguito ad utilizzarla furono i Greci, i Romani, i Cinsi e gli Indiani. Come nell’antichità, anche oggi i bulbilli vengono utilizzati per condire alcuni cibi. Ad esempio vengono utilizzati crudi per condire insalate oppure ancora vengono solitamente aggiunti a sughi, verdure, piatti di pesce o stufati. Oggi questa pianta viene coltivata in diversi continenti ed è sempre più nota per il suo utilizzo in ambito culinario. Facendo riferimento alla coltivazione in Italia ecco che questa avviene di preciso in quattro regioni. Quali? la Campania, l’Emilia-Romagna, il Veneto e la Sicilia. Analizzando invece quelli che sono i valori nutrizionali e le calorie dell’aglio è possibile dire che 100 grammi contengono circa 41 kcal. Poi ancora in 100 grammi sono contenuti:

  • 8,4 g di zuccheri;
  • 80 g di acqua;
  • 8,4 g di carboidrati;
  • 0,9 g di proteine;
  • 0,6 g di grassi;
  • potassio 600 mg;
  • ferro 1,5 mg;
  • fosforo 63 mg;
  • calcio 14 mg

Diverse ed importanti sono inoltre le vitamine contenute. Tra queste:

  • Vitamina B1 0,14 mg e B2 0,02 mg;
  • Vitamina B3 1,30 mg.

E ancora:

  • Vitamina A 5 µg;
  • Vitamina C 5 mg.

Potrebbe interessarti anche: Mandorle: principali nutrienti, proprietà e controindicazioni

Aglio
Aglio

Proprietà e benefici dell’aglio

Numerose ed importanti sono le proprietà legate all’aglio e i benefici in grado di apportare all’organismo dell’uomo. E’ ottimo per la prevenzione di raffreddori ed influenza oltre che per malattie cutanee. E ancora, l’aglio viene anche considerato un fantastico disinfettante per l’intestino. Ad uno spicchio d’aglio sono legati diversi ed importanti principi attivi curativi molto efficaci. Tra questi vi troviamo:

  • zolfo;
  • allicina;
  • vitamine del gruppo B.

Tra le proprietà vi troviamo anche quelle antielmintiche, carminative, antisettiche, espettoranti, ipotensive, ipoglicemizzanti. Questa pianta occupa un ruolo molto importante anche nella regolarizzazione dei trigliceridi e della colesterolemia. Altro ruolo importante è quello legato al miglioramento del rapporto tra colesterolo HDL e colesterolo LDL. Quello che in molti non sanno è che l’aglio può rivelarsi molto utile anche per combattere infezioni croniche causate dalla Candida Albicans ovvero un fungo che solitamente si trova latente nell’organismo e che si manifesta in caso di terapie antibiotiche, importanti carenze di vitamine e minerali. E per infezioni dell’apparato respiratorio. Infine, parlando sempre delle proprietà legate all’aglio è possibile dire che a questo sono legate anche proprietà afrodisiache al punto tale che sembrerebbe essere in grado di mantenere una sana e attiva sessualità.

Effetti collaterali

All’aglio non sono legate particolari controindicazioni o effetti collaterali, tranne nei casi si allergie o intolleranze. Nonostante ciò è comunque possibile dire che un uso continuativo può causare odorizzazione di pelle e alito. Poi ancora l’assunzione di eccessive dosi  può causare gastriti, vomito, nausea e diarrea. Per tale motivo è sconsigliato per tutti coloro che soffrono di gastrite e ulcera peptica. La sua assunzione va inoltre evitata in gravidanza e nel periodo legato all’allattamento.

 

Read previous post:
Acne
Acne, cos’è e come si forma: cause e rimedi

Sono molti, soprattutto gli adolescenti, che si trovano a dover combattere contro l'acne. Questo è il termine con il quale...

Close