Home » Segale, storia e descrizione: le sue proprietà
Mangiare

Segale, storia e descrizione: le sue proprietà

Segale
Segale

Sono diversi i cereali presenti in natura ed ecco che proprio tra i più diffusi vi troviamo la segale. Cereale questo molto diffuso soprattutto nelle zone temperate e al quale sono legate importanti proprietà e valori nutrizionali.

Segale, storia e descrizione

Prima di parlare di quelle che sono le proprietà e i relativi valori nutrizionali ecco che è importante descrivere tale cereale. E’quindi opportuno precisare che proprio la segale viene considerata uno dei cereali più noti fin dall’antichità. Nello specifico, secondo quelli che sono i cenni storici sembrerebbe che le origini della segale risalgano a circa 2000-3000 anni fa. E proprio tali origini sembrerebbero essere legate all’Asia Minore dove all’inizio cresceva come una semplice erbaccia. In generale è comunque possibile affermare che la segale è una pianta che fa parte della famiglia delle Graminacee che viene coltivata come qualsiasi altro cereale.

Rispetto ad altri tipi di cereale però questa riesce ad adattarsi ad elevate altitudini. Ed inoltre resiste molto bene anche in caso di fredde temperature. In realtà nella nostra alimentazione ad oggi è poco presente il chicco di segale, nonostante sia ricco di proprietà benefiche. Al contrario invece è più conosciuta ed apprezzata la farina di segale. Questa viene di preciso utilizzata per la preparazione del pane nero. Ma anche per la preparazione del pane di segale.

Segale, proprietà e benefici

Le proprietà e di conseguenza i benefici che tale cereale è in grado di apportare all’organismo dell’uomo sono molteplici. Per prima cosa è possibile affermare che è ricco di lisina. Con tale termine si fa riferimento ad un amminoacido molto importante in quanto in grado di mantenere equilibrata l’alimentazione. Analizzando quelli che sono i suoi valori nutrizionali ecco che è possibile dire che questa contiene carboidrati, acqua, fibre, proteine. E ancora,  è anche ricca di sali minerali come il magnesio, il sodio, il ferro, il fosforo. E poi selenio, rame, potassio e altro ancora. Tale cereale è anche ricco di vitamine, tra queste quelle appartenenti al gruppo B e vitamine del gruppo E.

Tra i benefici che invece la segale è in grado di apportare al nostro organismo vi troviamo quella di riuscire a proteggere l’uomo dalla comparsa di malattie cardiovascolari. Questo perché tale cereale è in grado di mantenere il sangue più fluido e quindi è in grado di mantenere le arterie anche più elastiche. E’ però importante precisare che la segale non è da considerare adatta per coloro che soffrono di celiachia o che in generale soffrono di intolleranza al glutine. E questo perché proprio la segale contiene glutine.

Segale
Segale

Segale, controindicazioni

Se la domanda che in questo momento vi state ponendo è se alla segale sono legate delle controindicazioni ecco che è possibile rispondere no. In realtà oltre ad essere sconsigliata l’assunzione a coloro che soffrono di intolleranza al glutine o più nello specifico di celiachia ecco che non sembrerebbero esservi legate ulteriori controindicazioni. Ricordate però un particolare molto importante. La segale in chicchi dovrà essere messa in ammollo per circa 8-12 ore prima della cottura.

Leggi articolo precedente:
Amido di Mais
Amido di mais, cos’è e da dove viene ricavato: proprietà e usi

Molto utilizzato in cucina e spesso chiamato maizena, ecco che con tale termine si fa di preciso riferimento all'amido di...

Chiudi