Home » Teatro San Carlo di Napoli, bello e antico: storia e struttura
Guide

Teatro San Carlo di Napoli, bello e antico: storia e struttura3 minuti di lettura

Teatro San Carlo
Teatro San Carlo

Tutti coloro che nutrono una profonda passione per l’Opera sicuramente conoscono il famoso teatro lirico di Napoli, ovvero il Teatro San Carlo. Questo fa parte dei teatri più famosi e allo stesso tempo prestigiosi a livello mondiale e al suo interno è capace di accogliere fino a 1386 spettatori. Ma, qual è la sua storia? Se siete alla ricerca di informazioni ecco che potrete trovarle qui di seguito.

Teatro San Carlo

Quando si parla del ‘Teatro San Carlo‘ si fa nello specifico riferimento ad un teatro lirico di Napoli fondato nel lontano 1737 per volontà del Re Carlo III di Borbone. Ad occuparsi della sua costruzione furono l’architetto Giovanni Antonio Medrano e il direttore del Teatro San Bartolomeo Angelo Carasale. L’inaugurazione del Teatro San Carlo risale invece al 4 novembre del 1737, nel giorno in cui ricorreva l’onomastico del re dal quale il teatro in questione ha preso il suo nome. Tale inaugurazione ha quindi avuto luogo ben 41 anni prima rispetto a quella dell Scala di Milano e 55 anni prima della Fenice di Venezia. Proprio per tale motivo ad oggi è considerato come il più antico teatro d’opera in tutta Europa ed anche, tra quelli presenti in Italia, uno tra i più capienti. La volontà di Re Carlo era quella di creare qualcosa che potesse valorizzare la città. L’idea legata al teatro era quella di rappresentare in modo concreto il potere regio.

Il Teatro è stato costruito molto velocemente, e nello specifico in circa 8 mesi ed il costo complessivo è stato di 75 mila ducati. La prima opera andata in scena è stata ‘L’Achille in Sciro’ di Domenico Sarro e proprio in tale occasione era presente il re. E mentre nei primi anni ad esibirsi furono degli artisti di scuola napoletana provenienti dai conservatori della città ecco che con il trascorrere del tempo è cresciuto sempre di più il prestigio del Teatro tanto da attirare importanti personalità di fama internazionale.

Potrebbe interessarti anche: Fiori di ciliegio, belli e ricchi di significato: ecco cosa sapere

Teatro San Carlo
Teatro San Carlo

Struttura del Teatro

Molto particolare è anche la struttura del Teatro San Carlo. Questo può vantare della prima pianta a forma di cavallo ed infatti proprio questo è il modello del classico teatro all’italiana e in base al quale poi vennero anche costruiti altri teatri in Italia e in Europa. I colori che più dominano all’interno della sala sono l’oro e il colore rosso fuoco. Sul palco reale è possibile notare la presenza dello stemma sabaudo voluto dai Savoia in seguito all’Unità d’Italia.

E ancora, sul soffitto del Teatro San Carlo di Napoli è anche presente una tela molto grande, nello specifico circa 500 mq. Questa tela raffigura “Apollo che presenta a Minerva i più grandi poeti del mondo” ed è stata realizzata da Antonio, Giovanni e Giuseppe Cammarano. In pochi sanno che il Teatro sorge addossato al lato Nord del Palazzo Reale. I due ambienti attraverso una porta che si apre alle spalle del palco reale sono tra di loro comunicanti. In questo modo il re aveva la possibilità di recarsi al Teatro e assistere agli spettacoli senza dover scendere in strada.

Read previous post:
Sapone di Aleppo
Sapone di Aleppo, come viene preparato e quali sono i suoi benefici

Vi è mai capitato di aver sentito parlare del sapone di Aleppo? Questo è considerato il padre di tutti i...

Close