Abitare Giardinaggio

Prato fiorito, cos’è?: ecco alcuni consigli utili per la semina

Prato Fiorito
Prato Fiorito

Rimanere impassibile di fronte ad un bel prato fiorito è quasi impossibile. La natura infatti con i suoi giochi di colori è in grado di catturare l’attenzione di qualsiasi persona, bambini e adulti. E proprio immergendosi nella natura viene talvolta il desiderio di cimentarsi nella coltivazione di un prato fiorito. Ma a frenare tale desiderio può essere la mancata esperienza oppure la paura di non riuscire a fare un buon lavoro.

Il segreto però consiste nell’andare alla ricerca delle giuste informazioni e quindi avere chiaro il lavoro da svolgere e come poter prendersi cura del campo e dei fiori.

Prato fiorito, cos’è?

Prima di parlare di come poter procedere per coltivare un prato fiorito è opportuno sapere a cosa ci si riferisce nello specifico con tali termini. Quando si parla di prato fiorito si fa riferimento ad un campo di fiori. Particolarmente diffuso soprattutto in quelle che sono le città dell’Europa del nord. Realizzare un prato fiorito non è davvero difficile, ed inoltre è possibile anche scegliere la forma da attribuire a tale campo.

Infatti in alternativa a quello che è il famoso e diffuso tappeto erboso si può scegliere di realizzare delle aiuole. Oppure delle grandi aree colorate. Coloro che desiderano coltivare un prato fiorito saranno contenti di sapere che per fare ciò potrà essere utilizzata qualsiasi porzione di terra. Ma è importante prestare attenzione alla scelta delle miscele di sementi adatte proprio alla coltivazione di un prato fiorito. Queste possono essere trovate facilmente in commercio ma si può anche scegliere di realizzare delle miscele personalizzate.

Prato fiorito, scelta dei semi e semina

Il consiglio per la coltivazione di un prato fiorito è quello di scegliere un mix di semi che contenga quindi diverse specie spontanee in grado di dare belle fioriture in diversi periodi. In questo modo riescono ad attirare molte farfalle e a creare dei paesaggi davvero unici ed in grado di lasciare davvero senza parole. Tra le miscele di semi adatte per coltivare un prato fiorito le più diffuse sono quelle definite nello specifico ‘miscela giapponese’. Si tratta di una miscela che vi permetterà di ottenere un campo fiorito molto colorato e la cui altezza varia dai 30 ai 50 cm. E’ inoltre opportuno precisare che per questa particolare tipologia di miscela il periodo di semina è quello che va dal mese di aprile al mese di giugno.

Prato Fiorito
Prato Fiorito

Analizzando nello specifico invece quella che è la semina è opportuno precisare che bisognerà seminare il terreno in maniera uniforme per far sì che il prato risulti omogeneo. Parlando invece della manutenzione di un campo fiorito, questa è possibile dire che non risulta essere particolarmente difficile o impegnativa. Basterà tagliarli una o al massimo due volte l’anno. E’ inoltre possibile fare una distinzione tra prato fiorito calpestabile e prato fiorito non calpestabile. A determinare tale distinzione è anche la scelta delle specie arboree. Tra le due tipologie di prato fiorito ecco che quella più diffusa è quella non calpestabile. Un campo fiorito non è bello soltanto perché regala paesaggi colorati  che non ci si stanca mai di ammirare, ma anche perché attira a se numerose farfalle, api ed uccelli.

Altro... Abitare, Giardinaggio
Orto
Orto, come coltivarlo e quando iniziare?: ecco alcuni utili consigli

Sono molte le persone che hanno la passione per l'orto, ma non tutti sanno esattamente come fare per coltivarlo. Le...

Chiudi