Abitare Giardinaggio

Acero, tutte le varietà e tipologie: come e dove coltivarlo?

Acero
Acero

L’acero altro non è che una latifoglia di media grandezza, la quale appartiene alla famiglia chiamata Aceracee. A questa famiglia una parte circa 150 specie classificate tutte sotto il nome di acero ad eccezione di un’unica specie la cui origine è collocata nell’emisfero australe. Ad ogni modo l‘ acero è un arbusto a foglie caduche ma ornamentale che durante i mesi invernali tende a perdere le foglie. Al contrario in autunno si veste di tonalità calde e cangianti dal giallo al rosso e bordeaux. I fiori sono particolarmente piccoli e sono riuniti in dei grappoli che hanno dei colori che vanno dal giallo al verde. Le foglie sono palmate e variano a seconda delle specie. Da quanto è emerso, sembra che le specie americane di acero siano più maestose.

L’acero rosso è piuttosto diffuso nei giardini e Nei parchi e prati di ogni posto del mondo. È un elegante ed anche aggraziato albero Come già detto a foglia caduca, il quale si distingue per l’aspetto elegante e il fogliame ricco è di colore rosso intenso o vinaccia. Le caratteristiche principali di questa pianta, che è originaria delle zone a dell’America dell’Asia orientale e dell’Europa, sono le foglie dalla forma lanceolata o oblunga. I fiori invece solitamente sono riuniti in grappoli e non sono molto vistosi.

Varietà e tipologia

La famiglia, come già detto comprende più di 200 specie, che difficilmente sono elencati. Quelle Però dalle dimensioni più grandi in genere sono quelle Nord americane e canadesi, i quali raggiungono circa 30-40 metri di altezza. Le varietà dalle dimensioni più modeste sono quelle asiatiche che generalmente non superano i 5 metri.

Ad ogni modo le specie più frequenti più diffuse nel mondo sono le seguenti:
– Neguno
– Acer Palmatum
– Platonoides
– Acer Saccharinum
– Japonicum
– Acer Pseuoplatanus.

In Italia la specie più diffusa è l’acero palmato anche se non sono poi così tanto disprezzate le varietà nane, le quali presentano un fogliame piuttosto compatto dal colore marrone o porpora.

Acero Palmato

In Italia questo tipo di acero è quello più coltivato ed è anche chiamato acero giapponese. Si presenta come un arbusto dalle piccole dimensioni, la cui altezza non supera i 3 metri. Di questo tipo di acero pare ne esistono diverse varietà, le quali sono state selezionate per colore e caratteristiche delle foglie. Queste sono generalmente seghettate almeno nel margine e possono essere a gruppo di 5 o 7 lobi.

Coltivazione

Acero
Acero

Generalmente è un albero adattabile, nel senso che cresce anche in modo spontaneo nei boschi collinari delle zone temperate. Il fatto che sia una pianta molto bella e dalle dimensioni ridotte, fa sì che possa essere coltivato anche in vaso.

Piantumazione

Una volta che la pianta di acero viene acquistata in vivaio, va immediatamente messa in dimora o nella terra o nel vaso senza lasciarlo comunque attendere. Generalmente l’impianto effettuato nel periodo che va da ottobre a marzo e si utilizza un vaso molto capiente, il quale ha un diametro di circa 70 cm e dotato anche di una profondità adeguata.

Altro... Abitare, Giardinaggio
Begonia
Begonia, descrizione e caratteristiche: come e quando annaffiare

La begonia altro non è che una pianta tipica delle zone tropicali appartenente alla famiglia chiamata begoniaceae. Si tratta di...

Chiudi