Guide News

Pietra Ollare: cos’è, diversi usi e vantaggi

Pietra Ollare
Pietra Ollare

Vi è mai capitato di aver sentito parlare della pietra ollare? Questa in realtà altro non è che una roccia metamorfica che può assumere diverse colorazioni. Ad esempio nero, verde oppure grigio. A questa tipologia di pietra sono legati diversi vantaggi oltre che diversi usi. E proprio qui di seguito potrete trovare tutte le informazioni desiderate.

Pietra ollare: cos’è e diversi usi

La pietra Ollare è anche conosciuta come steatite oppure pietra saponaria. Tale tipologia di roccia è molto diffusa nel mondo, anche in Italia. E di preciso in alcune regioni come la Liguria e il Piemonte è possibile trovarla nelle colorazioni che variano dal verde chiaro al rosso. Diversi sono gli usi legati a tale tipologia di pietra, in gran parte però questa è resa protagonista nella costruzione di piastre per la cottura sulla brace ma anche nella costruzione di stufe, padelle e pentole.

Questa essendo in grado di trattenere e allo stesso tempo condurre il calore è considerata perfetta per la costruzione di stufe in maiolica di qualità. E’ molto utilizzate anche in Paesi molto freddi, tra questi ad esempio la Scandinavia. Poi ancora la pietra ollare è utilizzata per la costruzione di pentole, oggetti di artigianato artistico. Ma l’impiego più comune è quello legato alla costruzione di piastre indicate per la cottura su fornelli a gas oppure all’aperto. O ancora per la cottura su brace. In questi casi bisognerà sorreggere la lastra di pietra utilizzando dei mattoni oppure dei sostegni in metallo.

Cosa fare dopo l’acquisto

Cosa fare dopo avere acquistato la pietra ollare? In realtà al primo utilizzo andrebbero messi in pratica una serie di accorgimenti. Ovvero:

  • utilizzando l’acqua salata bisognerà lavare la pietra ollare prima di riscaldarla ed utilizzarla per la cottura. Dopo averla lavata bisognerà poi asciugarla in maniera accurata;
  • con olio vegetale bisognerà ungere la pietra ollare in entrambi i lati. Dopo bisognerà lasciarla riposare non meno di 24 opre prima di poterla poi utilizzare. Nel corso di tali ore l’olio verrà assorbito dalla pietra;
  • riscaldare la pietra in modo graduale e soprattutto uniforme. Il fuoco, con la stessa intensità, dovrà riuscire a raggiungere tutta la superficie.

Potrebbe interessarti anche: Wok, come si usa e come si pulisce: ecco cosa occorre sapere

Pietra Ollare
Pietra Ollare

Vantaggi

Come affermato poc’anzi, numerosi sono anche i vantaggi legati a tale pietra. Questa è facile da lavorare e da modellare. Proprio la sua duttilità permette di poter ottenere delle lastre la cui dimensione e la cui forma possono essere diverse a seconda di quelli che sono i propri desideri. Tali lastre vengono poi utilizzate per produrre pentole oppure stufe. La pietra Ollare è considerata molto resistente sia al calore diretto sia all’escursione termica. Ma anche all’inquinamento atmosferico.

Quando viene esposta ad alte temperature tale tipologia di pietra non si deteriora ma al contrario appare particolarmente resistente al fuoco. Il grande vantaggio della pietra ollare è quello di poterla utilizzare per cucinare senza dover effettuare alcuna aggiunta di grassi. Infatti per dare sapore agli alimenti cotti sulla piastra, oppure in pentola, basterà aggiungere delle spezie oppure delle Erbe o seguire altri procedimenti a seconda di quelle che sono le ricette seguite.

Altro... Guide, News
Segugio italiano
Segugio italiano: origini, caratteristiche fisiche e carattere

Tra le diverse razze di cani presenti in natura vi troviamo il segugio, noto soprattutto per il suo infallibile fiuto...

Chiudi