Home » Pesci neon: origine, descrizione, habitat e come prendersene cura
News

Pesci neon: origine, descrizione, habitat e come prendersene cura3 minuti di lettura

Pesci neon
Pesci neon

Pesci neon, chiamati anche paracheirodon innesi altro non sono che pesci di acqua dolce che appartengono alla famiglia chiamata Characidae. Questo tipo di pesce, è originario dell’Amazzonia e nello specifico abita vicino il bacino idrografico del fiume solimoes, ma frequenta generalmente acque calme e torbide. Il pesce Neon è sicuramente l’ideale per tutti coloro che per la prima volta, si avvicinano al mondo degli Acquari. Ad ogni modo, bisogna essere in grado di prendersene cura, ed inoltre è importante che si garantisca una gestione corretta dell’Acquario al fine di mantenere il pesce in salute. Prima di prendere un pesce Neon, bisogna anche informarsi su quelle che possono essere le malattie, per poter dare la possibilità di vivere più a lungo possibile e in perfetta salute.

Storia e origine

Il pesce neon è apparso per la prima volta nel continente europeo nel 1936. All’inizio vennero importati alcuni esemplari del pesce Neon e pare fossero meno delicati e non tanto facili da allevare. Invece, i pesci che si trovano al giorno d’oggi e dunque in commercio pare provengano perlopiù da allevamenti del sud-est asiatico e soprattutto da Hong Kong. Ad ogni modo, per alcune sue caratteristiche come vivacità, colori e robustezza, il pesce Neon è sicuramente uno dei pesci d’ acquario più diffusi.

Descrizione

Questo pesce presenta il corpo piuttosto corto e compresso ai fianchi, mentre il dorso è leggermente incurvato. Il ventre del pesce Neon è arrotondato ed è dotato di una pinna caudale trasparente e biforcuta. Il colore del dorso è grigio e questo risulta composto da tanti puntini scuri e molto Fitti. Anche la gola è di colore grigio, mentre il ventre è di un bianco argenteo e rosso vivo, con una macchia che poi si allunga fino ad arrivare alla pinna caudale. Si registra una lunghezza massima che può arrivare a 2,2 cm, mentre nell’acquario gli esemplari possono anche arrivare a 5 cm.

Potrebbe anche interessarti: Pesci tropicali d’acqua dolce e d’acqua marina: nomi

Comportamento, alimentazione e riproduzione

In genere in natura è solito notare in gruppi numerosi. Riguardo l’alimentazione, il pesce Neon è onnivoro e quindi la sua dieta varia e comprende insetti, piante, vermi e anche piccoli crostacei. Per quanto riguarda invece la riproduzione, il pesce Neon è oviparo e la fecondazione avviene esternamente. Le uova tengono a schiudersi molto velocemente, in circa un giorno.

Come prendersi cura del Pesce Neon

Pesci neon
Pesci neon

Innanzitutto, è importante mantenere l’acquario nelle condizioni ideali. Bisogna acquistare una vasca grande,  visto che i pesci Neon hanno bisogno di spazio per poter nuotare e nascondersi. Si deve provvedere ad attivare il ciclo di azoto senza la presenza dei pesci all’interno dell’acquario. Questo ciclo a soltanto lo scopo di pulire l’Acquario, di rimuovere qualsiasi batterio che può essere nocivo per i pesci e ucciderli. Bisogna anche coprire l’ingresso del filtro, perché trattandosi di pesci molto piccoli e delicati potrebbero essere anche aspirati dal filtro,  con delle conseguenze mortali. Fatto tutto questo, potete aggiungere all’interno della Vasca del materiale organico. Sarà anche importante che monitoriate il livello del ph, visto che i pesci Neon prediligono un’ acqua che sia leggermente acida, con un ph che deve risultare compreso tra 5,5 e 6,8.

Read previous post:
Fiori da balcone
Fiori da balcone primaverili e invernali: come scegliere quelli giusti

Hai un balcone e non vuoi rinunciare ad arredarlo con dei profumati ma soprattutto coloratissimi fiori? Sicuramente la stagione preferita...

Close