Abitare

Palma da dattero: origine, caratteristiche e fiori

Palma da Dattero
Palma da Dattero

Nota sin dall’antichità e particolarmente diffusa tra i greci Egizi cartaginesi, romani e barbari per via dei suoi frutti particolarmente gustosi, la palma da dattero è  ancora oggi molto richiesta e diffusa in tutto il mondo. Questo tipo di pianta, che appartiene alla famiglia arecaceae, produce dei frutti esotici chiamati datteri che nei mesi invernali si trovano con estrema facilità in tutti i negozi di frutta e nei supermercati. I frutti vengono per lo più acquistati e consumati per le festività natalizie.

Origine

Si dice che la palma da dattero nacque per la prima volta nel Golfo Persico, ma ciò nonostante al giorno d’oggi sembra quasi impossibile determinare con certezza dove e quando è avvenuta la prima coltivazione. Alcune prove di palma da dattero pare siano state ritrovate 4000 anni a.C. nell’Antica Mesopotamia e più nello specifico nel sito archeologico sito nella città di Ur. Già dall’antichità questa pianta era vista dagli Egizi come simbolo di fertilità, mentre i Latini ed i Greci la utilizzavano come ornamento per le grandi occasioni. Le foglie delle palme da dattero nella tradizione cristiana pare abbiano uno specifico significato, ovvero rappresentano la pace.

Caratteristiche

Conosciuta anche con il nome Phoenix dactylifera, la palma da dattero è tipica delle regioni del nord Africa e appartiene alla famiglia delle Acecacee. La palma ha un fusto particolarmente dritto che può raggiungere dimensioni massime di circa 30 cm. La corteccia della palma presenta una struttura particolarmente ruvida per via dei resti delle foglie che tendono a cadere nel corso della crescita. Le foglie, circa 30 tutte di colore verde, nascono soltanto sulla cima della palma e generalmente presentano una lunghezza di circa 5-8 metri.

Le palme da dattero presentano fiori femminili e maschili; i primi attraverso il vento vengono impollinati e subito dopo producono dei frutti, ovvero i datteri che via via tendono verso il terreno e dunque verso il basso. Ciascun grappolo può arrivare a pesare anche 25 kg. I frutti si dividono in frutti morbidi, frutti semimorbidi e frutti duri, a seconda dell’ambiente dove nascono e crescono.

Coltivazione

Palma da Dattero
Palma da Dattero

La palma da datteri generalmente viene piantata in ambienti caldi, dove si registrano temperature anche prossime ai 40°che permettono la giusta maturazione dei datteri. Tuttavia, può essere piantata anche in ambienti con clima fresco.

Datteri

I frutti della palma da dattero sono particolarmente zuccherati e ricchi di benefici. I datteri sono ricchi di vitamine, di ferro e sali minerali oltre che di zuccheri naturali. Questi frutti possono essere utilizzati come dolcificanti per bevande e vari alimenti. È stato appurato che gli altri possano essere utilizzati come antinfiammatorio naturale in caso di raffreddore o di altre infiammazioni alle vie respiratorie. Inoltre Questi frutti se assunti con regolarità pare possano contribuire a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Per via delle grandi quantità di zucchero in essi contenuta, i datteri sono una inesauribile fonte di energia e proprio per questa ragione vengono spesso consigliati per colazione da utilizzare ad esempio nei frullati o da abbinare a frutta e cereali.

Altro... Abitare
Nomi di fiori: origine, significato e curiosità
Nomi di fiori: origine, significato e curiosità

Conoscete tutti i tipi e nomi di fiori che esistono in natura? Ognuno di questi ha un proprio colore, una...

Chiudi