Abitare

Piante carnivore giganti: caratteristiche e habitat

Piante Carnivore Giganti
Piante Carnivore Giganti

Spesso si sente parlare di piante carnivore. Non tutti però sanno che esistono piante carnivore giganti. Fin da piccoli si conoscono tali piante grazie al mondo del cinema e dello spettacolo. Si sentono dire davvero tante cose. In realtà però crescendo si scopre che a volte si sanno davvero molte poche cose sulle piante carnivore.

Esistono diverse tipologie di piante carnivore che si differenziano per diversi fattori.

SIGNIFICATO DEL NOME E ORIGINI

Le piante carnivore giganti fanno nello specifico parte della specie definita Nepenthes il cui nome ha origini greche. Nello specifico Nepenthes deriva dalla parola νη- ne che esattamente significa “non” e poi ancora dalla parola greca πένθος pénthos che tradotta significa “dolore” e quindi ‘Non dolore’. Secondo quelli che sono i cenni storici legati a tale specie di piante carnivore ecco che sembra proprio che a formularne una prima descrizione sia stato, nel lontano 1658, un governatore originario del Madagascar e di nome Étienne de Flacourt. Invece, sempre secondo quelli che sono i cenni storici, ad attribuire a tale specie di piante carnivore giganti tale nome è stato nel lontano 1689 un celebre zoologo, paleontologo e botanico tedesco il cui nome era Johann Philipp Breyne.

CARATTERISTICHE

Le piante carnivore giganti che appartengono alla specie Nepenthes sono caratterizzate, come lo stesso nome dice, da dimensioni maggiori rispetto a quelle appartenenti alle altre specie. Una particolarità tipica di queste piante consiste nel riuscire ad allargarsi talmente tanto da formare trappole davvero molto grandi. La lunghezza delle trappole in grado di formare le piante carnivore giganti può addirittura arrivare a circa 10 metri. E parlando proprio di trappole e di caratteristiche tipiche di questo genere di piante ecco che è possibile affermare che addirittura sono in grado di bloccare e successivamente catturare anche prede le cui dimensioni non sono proprio piccole.

Infatti tali piante carnivore giganti riescono perfino ad intrappolare prede non proprio piccole come gli insetti, e nello specifico stiamo parlando delle rane. Come affermato in precedenza la pianta carnivora può essere di diverse specie e dimensioni. Esistono piante carnivore molto piccole ma esistono piante carnivore giganti e la cui altezza può superare talvolta anche i due metri. Una caratteristica di questa particolare specie di piante carnivore giganti è la trappola definita precisamente ad “ascidio”.

Piante Carnivore Giganti
Piante Carnivore Giganti

Analizzando ancora questa particolare tipologia di trappola ecco che è possibile affermare che proprio sul bordo dell’ascidio vi è un’abbondante quantità di una particolare sostanza zuccherata che ha una funzione specifica ovvero attirare gli insetti. Questi via via si avvicineranno sempre più alla fine della bocca della pianta e, pian piano verranno attirati verso l’interno. Purtroppo però quando l’insetto proverà a volare non ci riuscirà, sarà infatti ormai troppo tardi.

HABITAT

Le piante carnivore giganti appartenenti alla specie Nepenthes vivono per l’esattezza in ambienti tropicali e poi ancora in ambienti umidi. Inoltre vi è una maggiore diffusione di queste piante carnivore giganti in specifiche parti del mondo, tra queste l’Australia e lo Sri Lanka ma anche in India e Madagascar e in atri posti ancora.

Altro... Abitare
Palma da Dattero
Palma da dattero: origine, caratteristiche e fiori

Nota sin dall'antichità e particolarmente diffusa tra i greci Egizi cartaginesi, romani e barbari per via dei suoi frutti particolarmente...

Chiudi