Home » Ibiscus: descrizione, habitat, come coltivarlo e quanto costa
Abitare

Ibiscus: descrizione, habitat, come coltivarlo e quanto costa

Ibiscus
Ibiscus

L’Ibiscus altro non è che una pianta dai fiori davvero meravigliosi per lo più singoli ma in alcuni casi anche doppi. Questa pianta appartiene ad una famiglia chiamata Malvaceae la quale comprende circa 240 specie. Il nome di questa pianta deriva dal greco e  molto probabilmente venne assegnato da un noto medico dell’antichità ovvero dioscoride che visse nel primo secolo d. C. Il genere al quale appartiene questa pianta comprende degli arbusti ma anche dei piccoli alberi e delle piante erbacee perenni o annuali. Notizie piuttosto precise riguardo la sua coltivazione sono state riportate dall’ambasciatore fiammingo alla corte di solimano il magnifico ad Istanbul, ovvero Ghislain de Busbeck. Fu proprio lui che durante la sua permanenza nell’Asia minore si dedicò allo studio della botanica inviando poi in Olanda alcuni esemplari tra i quali appunto l’Ibisco.

Descrizione e habitat

Questa pianta è originaria del continente asiatico anche se negli anni si è molto diffuso anche in Europa e in tutto il mondo. Nonostante il suo nome sia piuttosto esotico non è raro trovare questi fiori in giardini pubblici e privati anche nel nostro paese. La pianta viene coltivata per lo più per fini ornamentali ed è anche piuttosto apprezzata per l’arredo urbano. La pianta è ramificata e in alcune circostanze può anche arrivare a misurare 3 metri. La sua corteccia è di colore grigia ed è liscia, ma invecchiando può diventare via via sempre più ruvida. Le foglie sono ovali di colore verde scuro e hanno la forma a tre lobi con un margine leggermente seghettato. Davvero meravigliosi sono i suoi fiori che sono piuttosto grandi e solitari dalla forma a campana. Questi fiori sono di vari colori che vanno dal bianco al Rosa. In seguito alla fioritura arrivano anche i frutti che però non hanno quello stesso fascino che hanno i fiori.

Coltivazione

Ibiscus
Ibiscus

Si tratta di un arbusto rustico e anche piuttosto adattabile. Tuttavia se abitiamo in una zona con un clima piuttosto rigido Sarebbe meglio tenerlo al chiuso. Se invece sarà coltivato in un ambiente con clima mite può stare tranquillamente in giardino oppure in un aiuola o semplicemente su un balcone. Potrebbe in qualche modo infastidirlo il freddo e quindi nel caso in cui vogliamo coltivarlo in inverno dobbiamo farlo in casa. In piena estate Invece bisogna cercare di proteggere la pianta dalla luce diretta soprattutto nelle ore più calde. Riguardo il terreno va ha detto che l‘ibiscus è piuttosto adattabile a quelli che sono ricchi di sassi. Tuttavia è possibile anche piantarlo in un terreno piuttosto fresco e soprattutto Ben drenato. Qualora si decida di tenerlo in un vaso bisogna rinvasarlo ogni 3 o 4 anni.

Prezzo

Non si tratta di una pianta che ha un costo esorbitante Tuttavia questo è Anzi piuttosto accessibile. Il prezzo non varia Inoltre in base alla sua dimensione, ma tanto Dipende anche dal luogo dove Questa pianta viene acquistata. Generalmente un ibiscus di dimensioni che variano dai 20 ai 60 cm può costare al massimo €30. Questo prezzo potrebbe scendere anche a €15 se prendiamo degli esemplari più bassi mentre un ibiscus da un metro potrebbe arrivare a costare anche €60.

Leggi articolo precedente:
Inverter
Inverter, cos’è e come funziona? Quanti e quali tipi esistono?

Cosa si intende con il termine inverter? In elettronica con questo termine si intende quelle apparato elettronico di uscita e...

Chiudi