Home » Grano saraceno: proprietà, valori nutrizionali e benefici del quasi cereale
Mangiare

Grano saraceno: proprietà, valori nutrizionali e benefici del quasi cereale2 minuti di lettura

Grano Saraceno
Grano Saraceno

Il grano saraceno, chiamato anche fagopyrum esculentum altro non è che una pianta erbacea appartenente alla famiglia chiamata poligonacee. Al contrario di quanto si possa pensare, il grano saraceno non è un cereale perché non fa parte della famiglia chiamata graminacee. Il grano saraceno Infatti insieme alla quinoa è chiamato più che altro uno pseudo cereale che viene impiegato in cucina. Questo tipo di grano viene perlopiù coltivato in Valtellina e nel Trentino, anche se originariamente nasce sulle regioni montuose dell’Asia.

Va detto però il grano saraceno dall’Asia cominciò a diffondersi sempre di più in Europa nel tardo Medioevo, arrivando anche nel nostro paese. In realtà sembra che nel nostro paese l’agricoltura biologica abbia scoperto questo tipo di pianta da parecchi decenni. È piuttosto ricco di benefici e di proprietà benefiche questo per il grande apporto di proteine e di vitamine appartenenti al gruppo B, nonché di sali minerali, Ferro, calcio, magnesio, rame e potassio. Al giorno d’oggi è ovviamente prodotto in Polonia e in Russia dove è presente nella cucina tradizionale ed impiegato per la preparazione di molte pietanze.

Proprietà e valori nutrizionali

Come abbiamo già potuto capire, si tratta di una fonte davvero inesauribile di sali minerali tra i quali il selenio, il ferro e lo zinco. Va anche detto che i semi contengono circa il 18% di proteine, con un valore di assorbibilità che è superiore al 90%. Al proprio interno troviamo anche molti aminoacidi essenziali tra i quali la treonina, il triptofano e la lisina. Non finisce qui perché il grano saraceno è anche un’ottima fonte di antiossidanti come ad esempio la rutina, che per chi non lo sapesse è importante per tonificare le pareti dei vasi capillari per ridurre il rischio di emorragie ed è anche utile per le persone affette da insufficienza venosa cronica e ipertensione.

Il grano saraceno contiene anche di d-chiro-inositolo che per chi non lo sapesse  Limita la produzione di insulina. La cosa interessante è che questo grano non contiene glutine e quindi è tranquillamente utilizzabile da coloro che soffrono di intolleranza al glutine e che soffrono di celiachia. Va anche detto che non contiene colesterolo. Riguardo i Valori nutrizionali, 100 grammi di grano saraceno contengono 314 calorie, 110 mg di calcio, 450 mg di potassio, 330 mg di fosforo ed infine 4 mg di ferro.

Benefici

Grano Saraceno
Grano Saraceno

In genere va detto che questo tipo di grano è preferibile consumarlo durante l’inverno per il fatto che ha delle proprietà fortificanti e rimineralizzanti. Riesce a fornire al nostro organismo più molta energia. Consigliato il suo consumo anche durante l’allattamento e anche durante la crescita dei bambini. Questo perché in qualche modo Protegge e favorisce anche lo sviluppo dell’apparato circolatorio. Riguardo i benefici, va detto che il grano saraceno è energizzante, rimineralizzante e dunque consigliato per i bambini e anche durante l’allattamento. È un prodotto senza glutine e quindi consigliato per chi ha un intolleranza alimentare o per chi soffre di celiachia e tiene anche a bada il colesterolo e la pressione alta.

Read previous post:
Pinscher Nano
Pinscher nano: aspetto fisico, carattere e cure e alimentazione

Il Pinscher nano altro non è che un cane che fa parte della Grande famiglia dei Pinscher. E' stato riconosciuto...

Close