Home » Girasole: descrizione, caratteristiche e come coltivare la pianta in vaso
Abitare

Girasole: descrizione, caratteristiche e come coltivare la pianta in vaso3 minuti di lettura

Girasole
Girasole

Il Girasole è una pianta molto comune e dal grande significato. La pianta appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed è coltivata per lo più o a scopo alimentare o ornamentale. Non è di certo una novità che i semi di girasole siano molto importanti per la salute dell’uomo, perché annoverano importanti proprietà nutrizionali. Il nome deriva da due parole greche Helios e anthos ovvero sole e fiore.

Caratteristiche

Il fusto del girasole mediamente arriva a 2 metri di altezza, anche se in alcuni paesi soprattutto di origine, questo può arrivare anche ai 4 metri. La pianta ha una ruvida pubescenza, le radici sono secondarie. Il fusto ha una parte sotterranea chiamata ipogea e una parte eretta chiamata epigea. Le foglie sono abbastanza grandi e picciolate, dalla forma ovale e talvolta anche triangolare. La superficie ruvida è caratterizzata da tre nervi. Per quanto riguarda la lunghezza, queste possono variare dagli 8 ai 2 cm, Mentre riguardo la larghezza si parla di 5-8 cm.

La pianta sembra sia dotata di una capacità molto particolare ovvero quella di orientare foglie e fiori, verso il sole. Questa caratteristica si chiama eliotropismo e  nel Girasole sembra essere piuttosto sviluppata. Ciò che è vero è che nel Girasole i fiori tendono ad orientarti verso l’alto e soprattutto verso il sole. La composizione del girasole prevede circa una decina di fiori, di cui soltanto quelli più esterni pare siano dotati di un unico petalo. In realtà però nel Girasole questi non si chiamano Petali, quanto Ligule. I fiori esterni sono sterili ed hanno soltanto una funzione Ovvero quella di attirare gli insetti impollinatori.  Questo fiore qualora venga impiantato per bene, non necessita di cure particolari. Basta prestare un soltanto un po’ di attenzione all’ irrigazione ed a non bagnarlo troppo spesso.

Come coltivare il girasole in vaso

Girasole
Girasole

È possibile coltivare il girasole in un vaso e in questo caso occorreranno soltanto pochi elementi. Tra questi sicuramente un contenitore dal diametro di circa 20 cm, del terriccio drenante e alcuni semi di girasole. Innanzitutto dovrete preparare il terreno per la coltivazione del vostro girasole che preferisce un terreno particolarmente drenante. A questo punto sul fondo del vaso appoggiato uno strato di ghiaia o argilla espansa, dove dovrete versare del terriccio fertile misto a letame pellettato.

Al centro del vaso poi dovrete disporre soltanto due o al massimo tre semi di girasole, interrandoli per circa 2 cm e annaffiate. I semi poi inizieranno nel giro di una settimana circa a germogliare. Ricordate di mantenere il terreno umido, ma mano che la vostra pianta crescerà. Se volete potete anche inserire un sostegno dove legare la pianta ma mano che questa si svilupperà.

Significato

Il Girasole ha un significato ben specifico legato a delle proprie caratteristiche fisiche e alla sua somiglianza con il sole. Il Girasole Infatti è il fiore dell’allegria, della vivacità e dell’ essere solare. Per tutte queste ragioni, il Girasole sicuramente è un fiore che viene regalato a qualcuno per sottolineare anche il carattere gioioso o semplicemente per regalare un sorriso.

Read previous post:
Bonsai
Bonsai: origine, storia, caratteristiche e come curare la vostra pianta

Sono davvero molto adorabili gli alberi in miniatura chiamati bonsai che si mantengono nani anche per diversi anni, attraverso determinate...

Close