Home » Ginseng, proprietà e benefici: quanto assumerne al giorno?
Mangiare

Ginseng, proprietà e benefici: quanto assumerne al giorno?3 minuti di lettura

Ginseng
Ginseng

Panax, è questo il nome originario appartenente ad un genere di 11 specie di piante perenni a crescita lenta caratterizzate da radici carnose. Dalle radici di tali piante perenni che fanno parte della famiglia delle Araliaceae viene anche ricavato uno speciale rimedio universale conosciuto con il termine ‘ginseng‘. Il significato di tale nome è molto particolare in quanto è legato a de termini con diverso significato ovvero ‘gin’ che significa ‘uomo’ e ‘seng’ che invece significa radice. Questo è ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo e qui di seguito verranno elencate una per una.

Ginseng

Il ginseng ormai da diversi secoli e soprattutto in Cina, Giappone, Russia e Corea, viene utilizzato come tonico e come stimolante per l’organismo. Nell’antichità il suo valore era molto alto in quanto veniva considerato un rimedio molto potente e di conseguenza anche tanto cercato. Tanto era considerato di valore che il suo prezzo era pari a quello dell’oro. Sempre nell’antichità il ginseng veniva anche utilizzato per curare la febbre e con il trascorrere degli anni è stato dimostrato che può rivelasi utile anche in molte altre occasioni. Ad esempio in caso di difficoltà di concentrazione ed affaticamento.

Ginseng: proprietà e benefici

Come affermato poc’anzi, al ginseng sono legate numerose proprietà benefiche per il nostro organismo. A tal proposito è possibile dire che tale rimedio contiene 12 diverse sostanze chimiche definite ‘bioattive’ molto importanti. Una di queste sembrerebbe essere in grado di diminuire i livelli di glicemia e poi ancora migliorare anche gli effetti dell’insulina. Poi ancora al ginseng sono anche legate importantissime proprietà antiossidanti, antidepressive, afrodisiache e antinfiammatorie. Per chi non lo sapesse è opportuno precisare che è anche in grado di diminuire quelli che sono i livelli di colesterolo nel sangue ma soprattutto è in grado di generare effetti positivi anche sulla circolazione sanguigna, sulla concentrazione e quindi sulla memoria.

Ginseng
Ginseng

Può essere considerato molto utile per rivitalizzare un fisico particolarmente delicato, ridurre il senso di stanchezza e tutto questo perché il ginseng è anche in grado di produrre adrenalina e quindi permettere all’uomo di sviluppare una certa ‘resistenza alla fatica’. Infine è possibile dire che al ginseng sono legate anche importanti proprietà afrodisiache. Proprio per tale motivo sarebbe in grado di apportare dei benefici anche nella sfera sessuale.

Ginseng: quantità giornaliera consigliata

Ma quanto ginseng è possibile assumere nel corso della giornata? Il ginseng, per chi non lo sapesse, è possibile trovarlo in commercio in diversi formati. Ad esempio in polvere, sotto forma di capsule o preparati per infusi ecc. In riferimento agli integratori è possibile dire che la dose giornaliera consigliata varia dai 200 mg fino ad 1 grammo, a seconda di quelle che sono le esigenze.

La radice secca invece, che potrà essere masticata oppure utilizzata per la preparazione di infusi, non dovrà superare la dose giornaliera che va da 0,5 a 2 grammi. Per sapere la dose giusta da assumere nell’arco della giornata è consigliato chiedere un consulto ad un erborista. E’ però possibile dire che non andrà assunto per lunghi periodi di tempo ma al contrario il ginseng andrà assunto soltanto quando necessario e per un periodo di tempo che non dovrà superare le 2-3 settimane.

Read previous post:
Fegato
Fegato, come riconoscere problemi o disfunzioni: sintomi

Gli organi presenti nel nostro organismo sono tutti molto importanti e ad ognuno di questi sono legate delle particolari funzioni....

Close