Home » Fico d’India: origine, descrizione, proprietà e calore dei frutti
Mangiare

Fico d’India: origine, descrizione, proprietà e calore dei frutti3 minuti di lettura

Fico d'India
Fico d’India

Il fico d’india conosciuto anche con la parola Opuntia ficus-indica altro non è che una pianta originaria del Messico. Tuttavia è anche molto conosciuta e coltivata nel Mediterraneo, oltre che in Africa, in America, in Oceania e Asia. Chi abita in Sicilia o in Calabria ha più possibilità di poter gustare queste specialità nonché frutti, i quali hanno delle proprietà davvero straordinarie. I frutti sono molto buoni gustosi e succosi, ma anche spinosi. La sua forma è molto simile a quella di un cactus di cui tra l’altro risulta esserne parente. È inclusa tra le piante grasse e quindi per questo motivo i suoi frutti vengono prodotti durante i mesi estivi.

Origine e storia

Come già abbiamo riferito, il fico d’India è tipico del Messico, dove sin dall’antichità si diffuse perlopiù tra le popolazioni del centro America. Sembra che il fico d’India venisse anche coltivato e commercializzato dagli antichi, i quali la consideravano addirittura una pianta sacra. Soltanto nel 1943 poi questa pianta arrivò nel vecchio mondo e la sua Prima descrizione risale però al 1535 grazie allo spagnolo Fernandez de Oviedo Y Valdes.

Descrizione

Questa pianta dalla forma molto simile a quella di un cactus, raggiunge talvolta i 4 ma anche 5 metri di altezza. Il fusto è formato dalle cosiddette pale, ovvero dei Fusti dalla forma ovaliforme e appiattita lunga mediamente dalle 30 alle 40 cm e larga da 15 a 25 cm con uno spessore di 1,5 al massimo 3 cm. Lo abbiamo già detto, la pianta del fico d’india è particolarmente spinosa e le sue spine sono biancastre e lunghe, mediamente da 1 a 2 cm.

I frutti sono di vario colore che vanno dal giallo all’arancio, ma anche al fucsia. La loro forma è tonda e anche se leggermente allungata, sono ricchi di spine che non lo rendono un frutto particolarmente comodo da sbucciare e mangiare. Tuttavia, una volta sbucciati ne sarà valsa la pena, perché questi frutti sono molto gustosi e ricchi di acqua, vitamine, zuccheri e sostanze minerali.

Proprietà

Fico d'India
Fico d’India

I frutti del fico d’india sono particolarmente ricchi di proprietà benefiche Proprio perché sono ricchi di vitamine soprattutto della C. Questi frutti Tuttavia sono anche ricchi di minerali, di magnesio e di potassio e presentano anche un contenuto non indifferente di fibre, che sono molto utili per coloro che soffrono di stitichezza.

Inoltre sembra proprio che i fichi d’India possono conferire un importante senso di sazietà e quindi per questo motivo sono molto utili per coloro che stanno particolarmente attenti alla linea. Tra le altre proprietà citiamo sicuramente quello di essere un ottimo antiossidante che permette di combattere l’invecchiamento cellulare e i radicali liberi. Sono molto diuretici e per questo motivo sono utilizzati anche nella prevenzione dei calcoli renali.

Calorie

Mangiando circa 100 grammi di fichi d’india, si ingeriscono soltanto 55 calorie. Per questo motivo sono considerati dei frutti ipocalorici e possono essere tranquillamente consumati da Coloro che stanno anche a dieta nei periodi estivi. Tuttavia sono sconsigliati a coloro che soffrono di diverticoli, a causa dei semini caratteristici di questi frutti che potrebbero otturare le anse dell’intestino.

Read previous post:
Volpino di Pomerania
Volpino di Pomerania: origini, aspetto, cure e prezzo

Piccolo e dal pelo folto tanto da sembrare una vera e propria nuvola. Come si fa a non amare il...

Close