Home » Castagna: proprietà, benefici e valori nutrizionali
Mangiare

Castagna: proprietà, benefici e valori nutrizionali2 minuti di lettura

Castagna
Castagna

Tutti conoscono e amano la castagna ovvero il frutto del Castagno tipico della stagione autunnale. Le castagne vengono raccolte o nei boschi o in zone lontane in particolar modo dall’inquinamento cittadino. Ma quali sono quelle che siamo soliti consumare in autunno? La risposta è semplice, quelle che mangiamo sono proprio il frutto del Castagno mentre invece le castagne dell’ippocastano sono dei semi.

Quali sono le proprietà, i benefici e i valori nutrizionali legati alla castagna? Se siete alla ricerca di risposte potrete trovarle qui di seguito.

Proprietà e benefici della castagna

Nel Medioevo le castagne venivano considerate un alimento afrodisiaco in particolar modo quando venivano macerate nel vino oppure lessate nello stesso vino. Per molto tempo venivano soprannominate cereali che crescono sugli alberi. Questo perché da un punto di vista nutrizionale hanno una composizione che risulta essere molto simile a quella dei cereali. Se sono ben cotte le castagne sono molto digeribili e pur essendo, a livello nutrizionale, molto simile ai cereali come frumento e orzo ecco che queste non contengono glutine.

Per tale motivo sono indicate per tutte quelle persone che si trovano a combattere con una condizione di intolleranza al glutine e quindi con la celiachia. Poi ancora sempre le castagne sono consigliate in caso di anemia e sono un’ottima fonte di acido folico, motivo per il quale la loro assunzione è raccomandata alle donne in gravidanza. La castagna contiene inoltre fosforo e per tale motivo è considerata un alimento utile per il sistema nervoso. Infine sono considerate molto utili anche nel periodo di convalescenza ad esempio per aiutare bambini ed anziani a rimettersi dopo una brutta influenza.

Potrebbe interessarti anche: Carruba: proprietà, benefici e diversi utilizzi

Castagna
Castagna

Valori nutrizionali e controindicazioni

Dove aver chiarito quali sono le proprietà e i relativi benefici che la castagna è in grado di apportare al nostro organismo è adesso arrivato il momento di chiarire quali soni i valori nutrizionali legati a tale frutto. Nello specifico la castagna è composta per il 9% di lipidi, il 7% di proteine e 84 % di carboidrati. Inoltre è molto importante chiarire che così come altri alimenti di origine vegetale, anche le castagne non contengono colesterolo. Consumare 100 g di castagne significa fornire al proprio organismo 30 mg di calcio, 81 mg di fosforo, 0,9 mg di ferro e per concludere 395 mg di potassio. In molti si staranno sicuramente domandando se alle castagne sono legate delle particolari controindicazioni oppure no.

Nello specifico è possibile rispondere che non sono previste controindicazioni per persone in salute che decidono di consumarle. E’ però opportuno precisare che la castagna è sconsigliata per quelle persone che soffrono di diabete, che si trovano a combattere contro i chili di troppo e che quindi si trovano in una situazione di obesità. Poi ancora le castagne sono sconsigliate in caso di colite, aerofagia e particolari patologie legate al fegato. In questi casi è quindi consigliato rivolgersi al proprio medico di fiducia e capire se anche un consumo occasionale di castagne potrebbe provocare effetti indesiderati.

 

Read previous post:
Ranuncolo
Ranuncolo simbolo di bellezza languida: storia e significato

Tra le diverse tipologie di piante presenti in natura vi troviamo il ranuncolo, il cui nome botanico è Ranunculus. Una...

Close