Home » Barboncino, quali sono le origini: aspetto e carattere
News

Barboncino, quali sono le origini: aspetto e carattere3 minuti di lettura

Barboncino
Barboncino

Tra le diverse razze di cani presenti in natura ed amate da moltissime persone vi troviamo il Barboncino. Chiamato anche Barbone. Noto soprattutto per il suo bel pelo riccio, sono davvero molte le caratteristiche sia fisiche che caratteriali legate a tale razza canina. Quali sono? Ecco che proprio qui di seguito potrete trovare tutte le risposte che desiderate.

Barboncino, origine

Secondo quelli che sono i cenni storici sulla razza in questione sembra proprio che le origini siano legate alla Germania o alla Francia. O ancora all’Italia. Nonostante ciò è possibile affermare che l’ipotesi maggiormente accreditata è quella legata alla Francia e quindi al barboncino barbet. Questa razza veniva descritta in alcune opere del XVI secolo. Ed infatti proprio nel corso di quell’epoca il Barboncino era molto diffuso in Francia. L’aspetto particolarmente fiero ed un portamento parecchio elegante hanno reso tale cane davvero importante e famoso. E’ importante chiarire che oltre ad avere delle qualità fisiche ha anche importanti qualità a livello caratteriali.

Barboncino, aspetto

Se in questo momento vi state chiedendo quali siano le caratteristiche fisiche del barboncino ecco che per prima cosa è necessario precisare che si tratta di un cane di piccole dimensioni e parecchio aggraziato. Ma la caratteristica più importante e che contraddistingue i cani appartenenti a tale razza è proprio il pelo riccio. Nello specifico è possibile dire che l’altezza al garrese del Barboncino è compresa tra i 45 e i 60 cm mentre invece il peso medio varia dai 15 ai 35 kg. La testa dei cani appartenenti a tale razza è ben definita e ancora rettilinea e proporzionata al tronco. Le orecchie del Barboncino sono invece di forma piatta e allungata e allo stesso tempo è possibile dire che si presentano pendenti.

Per approfondimenti leggi anche: Barboncino nano prezzo: origine e caratteristiche

Barboncino
Barboncino

La coda del Barboncino è invece riccioluta e breve mentre invece, parlando degli occhi è possibile dire che questi sono a mandorla e leggermente obliqui. Il loro colore può variare a seconda del colore del pelo. Infatti nei barboncini il cui pelo è di colore nero, bianco, grigio, rosso o albicocca il colore degli occhi è scuro e di preciso o marrone scuro oppure nero. Mentre invece nel Barboncino di colore marrone il colore degli occhi può essere ambra.  Il tartufo del Barboncino è ben distinto e negli esemplari di colore bianco, grigio e nero il tartufo è di colore nero. Mentre invece nei barboncini di colore marrone anche il tartufo è marrone. Negli esemplari di colore rosso o albicocca invece il tartufo è caratterizzato da alcune sfumature che vanno dal marrone al nero. Il manto del barboncino è morbido e arricciato ed è importante precisare che richiede una toelettatura accurata.

Barboncino, carattere

A livello caratteriale è possibile dire che la caratteristica più importante è quella legata alla loro sensibilità. Infatti un tempo venivano anche impiegati come cane guida per i ciechi. Il Barboncino ama sentirsi particolarmente integrato all’interno di una famiglia nella quale può ricevere tutto l’affetto desiderato. Grazie al suo eccezionale carattere il Barboncino viene considerato il cane perfetto per i bambini. Un vero e proprio compagno di giochi mai aggressivo. E’ importante precisare che tali cani non amano rimanere da soli.

 

Read previous post:
Centrifugati
Centrifugati, cosa sono e quali sono gli errori da non fare

Ormai sempre più spesso si sente parlare dei centrifugati ai quali sono legate delle importanti proprietà dimagranti e disintossicanti. I...

Close