Home » Anemoni: ecco alcuni preziosi consigli per la coltivazione della pianta
Abitare

Anemoni: ecco alcuni preziosi consigli per la coltivazione della pianta3 minuti di lettura

Anemoni
Anemoni

Tra le piante ideali per decorare i balconi e i giardini vi troviamo gli anemoni. Stiamo nello specifico parlando di un’antica pianta fiorifera che vanta di oltre 150 varietà di colori scenografici e che può essere coltivata in un giardino o in vaso. Ma esattamente come fare? Qui di seguito sarà possibile trovare preziose informazioni e utili consigli.

Come coltivare gli anemoni

L’anemone è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Ranuncolaceae. È particolarmente diffusa nell’Europa centrale e nell’Europa orientale dove cresce in maniera spontanea ai margini di prati e boschi. Essendo una pianta utile per abbellire giardini o balconi ecco che può anche essere coltivata in vaso oppure in giardino. E’ però molto importante sapere che esistono diverse varietà di anemone, di preciso oltre un centinaio, che sono solite produrre dei fiori di colore diverso e che fioriscono anche in diversi periodi dell’anno.

Nel caso in cui si scelga di coltivare l’anemone in vaso si avrà la possibilità di ripararla da improvvise gelate che potrebbero rivelarsi letali. In questo caso il consiglio è quello di scegliere dei contenitori che siano ampi in modo tale da poter favorire un’ottima crescita della pianta. Inoltre bisognerà ricoprire il fondo del vaso con la ghiaia in modo tale da drenare l’acqua. Al contrario nel caso in cui si scelga di coltivare l’anemone in giardino, e quindi in piena terra, si avrà il vantaggio di incontrare minori difficoltà ma allo stesso tempo bisognerà trovare il modo di riparare la pianta durante i mesi più freddi. Nello specifico andranno protette le parti sotterranee e per farlo occorrerà coprire il terreno con della paglia oppure con delle foglie.

Preziosi consigli

Per poter coltivare l’anemone bisogna anche sapere qual è il giusto clima, l’esposizione più adatta e il tipo di terriccio più idoneo. A tal proposito è possibile dire che nonostante sia una pianta particolarmente resistente predilige il clima mite. Il consiglio è quindi quello di coltivare questa pianta al riparo dal sole diretto e allo stesso tempo proteggerla da gelate invernali. Per quanto riguarda invece il tipo di terriccio più adatto è opportuno precisare che l’anemone necessità di terreni particolarmente fertili e allo stesso tempo ricchi di minerali, più nello specifico potassio.

Potrebbe interessarti anche: Scimmiette di mare, cosa sono e come si presentano

Anemoni
Anemoni

Per chi desidera coltivare l’anemone è inoltre molto importante sapere quando innaffiare la pianta. A tal proposito è possibile dire che durante il periodo di riposo vegetativo non necessita di grandi quantità di acqua, soprattutto quando la coltivazione avviene in piena terra e quindi in giardino. E’ però importante precisare che il terreno dovrà essere umido e allo stesso tempo ben drenato ma comunque privo di ristagni d’acqua. Nel caso in cui si scelga di coltivare l’anemone in vaso è invece consigliato evitare di utilizzare il sottovaso.

Per quanto riguarda invece la fioritura è possibile dire che è variabile e dipende soprattutto dalla specie. La maggior parte delle varietà di anemoni fioriscono in primavera e tali fioriture proseguono fino all’autunno. Vi sono però delle specie che sono solite produrre i fiori all’inizio dell’autunno e che rimangono fiorite fino al periodo in cui inizia a fare caldo.

Leggi articolo precedente:
Farina di canapa: quali sono le proprietà e i diversi usi

Sta acquistando sempre più popolarità, anche in Italia, la farina di canapa. Stiamo nello specifico parlando di un particolare alimento...

Chiudi