Abitare

Ortensia, descrizione e fiori: come coltivarla in giardino e in appartamento

Ortensie
Ortensie

L’ ortensia più comunemente chiamata così, anche se il vero nome è Hydrangca, altro non è che un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Hydrangeaceae. Nonostante siano delle piante da esterno, le ortensie si prestano anche per essere coltivate in appartamento anche se è consigliabile soltanto per periodi brevi. Si tratta di una pianta ornamentale che viene utilizzata per abbellire i giardini, visto i meravigliosi colori. È originaria della Cina, ma pare sia arrivata nel nostro continente nel XVIII secolo. Al giorno d’oggi è coltivata praticamente ovunque sia in giardino ma anche nei vasi.

Descrizione

Questa pianta ha una vera particolarità che sono i fiori. Questi sono riuniti in infiorescenze chiamate corimbi o anche pannocchie dalla forma sferica. Esistono diverse varietà di ortensie, le quali possono essere sempreverdi, rampicanti o a foglia decidua. È possibile come già abbiamo visto coltivare l’ortensia in casa, ma in questo caso è bene scegliere la varietà che si presta maggiormente a questo scopo. Inoltre è anche bene che in questo caso si arieggiano quotidianamente i locali. Generalmente il colore di questi fiori sono determinati dall’ acidità del terreno.

Ciò significa che se vogliamo ottenere un colore blu, il ph dovrà essere acido e dunque inferiore 6. Il fusto della pianta è molto robusto e le foglie generalmente si radunano in gruppi da 3 e sono di colore verde. Come abbiamo detto, esistono diverse varietà di ortensie è più nello specifico 40. Tra le più note citiamo la paniculata, l’ Hydrangea arborescens, quercifolia e ortensis.

Come coltivare l’ortensia

Ortensie
Ortensie

Se decidete di coltivare l’ortensia in appartamento, sarà bene scegliere tra quelle più adatte per interno e dunque vanno predilette le varietà arbustive. Se, invece, volete coltivarla all’esterno e dunque in giardino, potete scegliere quelle rampicanti. Il momento più adatto per coltivare l’ortensia è sicuramente quello compreso tra il mese di aprile e quello di ottobre. Qualora decidiate di coltivare una pianta più grande potrete anche coltivarla a maggio o tra il mese di ottobre e quello di novembre. Procedete in questo modo, ovvero scavando una buca riempiendola con del terriccio e torba acida. Il luogo deve essere adatto ovvero a mezz’ombra e non esposto al sole. La fioritura della vostra Ortensia avverrà del mese di aprile fino a settembre. In tutto questo periodo sarà bene concimare la vostra pianta almeno una volta la settimana. Riguardo la temperatura, questa non deve superare generalmente i 18 gradi perché altrimenti la pianta potrebbe accusare dei problemi. Per questo motivo è bene scegliere con cura ed attenzione la zona dove andrete a fare la vostra coltivazione.

Innaffiature e potatura

Riguardo le innaffiature, queste devono essere piuttosto abbondanti e anche irregolari. Fate attenzione all’acqua che deve essere rigorosamente a temperatura ambiente. Riguardo il momento ideale per innaffiare l’ortensia è consigliabile farlo al mattino presto. Fate attenzione che il terriccio Comunque sia sempre umido. La potatura va effettuata tutti gli anni, eliminando i rami secchi che potrebbero in qualche modo ostacolare la crescita della vostra pianta. Il periodo ideale per poter effettuare la potatura dell’ortensia è generalmente la primavera.

Altro... Abitare
Orchidea
Orchidea: descrizione pianta, cura, come e dove coltivarla

Tra i fiori presenti in natura, le orchidee sono sicuramente quelli tra i più ricercati per via della loro bellezza...

Chiudi