Home » Ribes nero: benefici, controindicazioni e descrizione della pianta
Mangiare

Ribes nero: benefici, controindicazioni e descrizione della pianta3 minuti di lettura

Ribes Nero
Ribes Nero

Esistono numerose piante presenti in natura, alcune delle quali sono in grado di apportare importanti benefici alla salute. Tra queste non può assolutamente non essere citato il ribes nero chiamato anche “ribes nigrum”. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Grossulariaceae la quale non viene coltivata soltanto a scopo alimentare ma negli ultimi anni viene anche coltivata con finalità terapeutica.

DESCRIZIONE

Il nome ‘ribes’ deriva da una parola di origine araba ovvero ‘ribas’, termine questo con il quale si fa riferimento ad una pianta acidula mentre invece ‘nigrum’, ovvero nero, è il colore dei frutti. Nello specifico il ribes nero non è altro che un arbusto la cui altezza può arrivare fino a 1,5 metri e la cui origine è legata alle zone montuose dell’Eurasia.La corteccia di tale arbusto è liscia ed il colore varia a seconda che i fusti siano giovani o vecchi. Nello specifico si presenta chiara oppure rossastra nei fusti giovani mentre invece diventa più scura in quelli vecchi. Le foglie di tale arbusto sono grandi e i fiori, il cui colore è poco appariscente e nello specifico verde-biancastro, appaiono in primavera .

PROPRIETÀ E BENEFICI

Sono davvero molteplici le proprietà e i benefici legati al ribes nero. Proprio le foglie di questa  pianta, in quanto ricche di triterpeni e polifenoli, possono essere utilizzate come diuretico. Aiutano ad eliminare i liquidi in eccesso ma anche gli acidi urici. Poi ancora il ribes nero è in grado di offrire importanti benefici per la circolazione. E’ quindi in grado di migliorare tutti quei problemi legati al microcircolo. Può dunque rivelarsi utile per gambe pesanti, fragilità capillare o addirittura in caso di emorroidi.

Come non parlare poi delle proprietà antinfiammatorie del ribes nero il quale può essere utilizzato per alleviare alcuni dolori articolari o per delle affezioni alla gola e alla bocca. Addirittura può anche rivelarsi utile per alleviare i dolori causati dai reumatismi ma, gli estratti del ribes nero, possono essere anche utilizzati come rimedio contro un problema che al giorno d’oggi accomuna un vasto numero di persone ovvero il mal di testa. Grazie alla presenza di olio essenziale il ribes nero viene anche utilizzato come rimedio per curare bronchite e raffreddore e quindi per la cura di problemi legati alle ostruzioni delle vie respiratorie.

Ribes Nero
Ribes Nero

Il ribes nero viene inoltre utilizzato come antistaminico. Nello specifico per irritazioni alle vie respiratorie dovute a delle allergie primaverili, oppure in caso di orticaria e dermatiti. A determinare tale effetto antistaminico è la presenza nel ribes nero di flavonoidi e quercetina.

CONTROINDICAZIONI

È opportuno precisare che possono presentarsi anche diversi effetti collaterali dovuti all’utilizzo del ribes nero. Ad esempio potrebbe verificarsi un aumento della pressione per tale motivo è quindi sconsigliato il consumo a coloro che soffrono di ipertensione arteriosa. Inoltre ne è sconsigliato l’utilizzo anche alle donne in gravidanza e durante il periodo dell’allattamento. Infine è consigliato rivolgersi al medico prima di farne uso in quanto, se associato ad alcuni farmaci, potrebbe essere causa di alcune reazioni allergiche.

Read previous post:
Rape Rosse
Rape rosse: benefici, calorie e come utilizzarle in cucina

Chiamata con diversi nomi tra queste ad esempio carota rossa, sono molteplici le proprietà benefiche legate alle rape rosse. Con...

Close