Home » Reishi, il fungo dell’immortalità: proprietà e azioni svolte
Abitare

Reishi, il fungo dell’immortalità: proprietà e azioni svolte2 minuti di lettura

Reishi
Reishi

Ganoderma lucidum, è questo il nome di un particolare fungo conosciuto da molti semplicemente come ‘Reishi. Quello che però in molti non sanno è che si tratta di un fungo medicinale dotato di importanti proprietà terapeutiche motivo per il quale è stato soprannominato ‘il fungo dell’immortalità’.

Proprietà del fungo Reishi

Il Ganoderma lucidum, o Reishi, è un fungo parassita che cresce in tutte le stagioni e che può facilmente essere trovato in Cina e in Giappone.In questi posti è chiamato ‘Ling Zhi’, espressione che tradotta nella nostra lingua significa ‘Potenza Spirituale’. Ma oltre che in Cina e Giappone è possibile trovare il fungo Reishi anche in tutte le regioni italiane, ed in particolar modo alla base dei tronchi di latifoglie oppure ancora su rami interrati e ceppi. Tale fungo è ricco di proprietà benefiche, al punto tale da essere considerato nella medicina cinese ‘il fungo dell’immortalità’.

Sono circa 150 le proprietà di cui è dotato il fungo Reishi, e queste sono dovute alla presenza di peptidi, polisaccaridi e proteine. Inoltre essendo ricco di Germanio Organico è anche dotato di proprietà anti-cancro e per tale motivo indicato come un ‘cibo antitumorale’. E ancora, questo fungo contiene acido ganoderico in grado di diminuire l’istamina e di conseguenza in grado di svolgere anche una potente azione antiallergica. L’acido pantotenico invece lavora sul sistema nervoso e lo fa nutrendolo e allo stesso tempo equilibrandolo. Poi ancora, ha effetto antitrombotico e antipertensivo e quindi agisce fluidificando il sangue e riequilibrano la pressione. Ed in ultimo agisce anche migliorando i livelli di stress. E quindi liberando l’uomo da debolezza e stanchezza. In molti, sicuramente, si staranno chiedendo se oltre a proprietà benefiche tale fungo possa presentare anche effetti dannosi. La risposta è no. Il Ganoderma Lucidum è un rimedio molto sicuro privo di effetti collaterali. Chi dovrebbe evitare di assumerlo? La risposta è tutti coloro che:

  • hanno subito un trapianto;
  • sono allergici ai funghi;
  • assumono farmaci anticoagulanti, antipiastrinici e immunosoppressori.

Potrebbe interessarti anche: Pilosella, ottimo drenante naturale: proprietà, descrizione e habitat

Reishi
Reishi

Azione svolta dal Reishi

Tale fungo racchiude quindi, al suo interno, proprietà davvero eccellenti. La sua storia è piuttosto antica, ed infatti è possibile dire che veniva già utilizzato nell’antica Cina. Fu l’imperatore che in seguito alla sua scoperta lo definì il fungo dell’immortalità. E questo perché agisce non soltanto rigenerando i tessuti dell’organismo. Ma anche donando una maggiore vitalità e longevità. Cosa è in grado di fare, quindi, questo fungo?. Il reishi agisce:

  • assorbendo le sostanze tossiche dell’organismo;
  • migliorando l’ossigenazione cardiaca;
  • rigenerando il fegato e favorendo lo scarico tossinico.

Inoltre il Ganoderma Lucidum agisce:

  • sulle allergie di stagione;
  • sull’apparato respiratorio riducendo gli effetti di asma e bronchite cronica;
  • riducendo lo stress.

Il reishi potrà essere utilizzato, quindi in diverse circostanze.  Ovvero in caso di stanchezza, astenia, insonnia, malattie degenerative. E ancora confusione mentale, allergia, asma e ansia.  Infine riesce ad essere di grande aiuto per l’organismo anche in caso di eccesso di colesterolo cattivo nel sangue.

Read previous post:
Perdite Marroni
Perdite marroni prima del ciclo: come interpretarle?

Sono molte le donne che si trovano a dover fare i conti con un particolare fenomeno prima del ciclo, ovvero...

Close