Home » Ragnetto rosso: come fare per allontanarlo in modo naturale?
Abitare

Ragnetto rosso: come fare per allontanarlo in modo naturale?3 minuti di lettura

Ragnetto rosso
Ragnetto rosso

Sicuramente a molti sarà capitato almeno una volta nella vita di trovarsi davanti ad un ‘ragnetto rosso’ e di rimanere stupiti dal suo colore. In realtà si tratta di un aracnide fitofago che è solito attaccare tutte le diverse tipologie di piante. E quindi sia quelle ornamentali sia quelle da frutto. Ma, è pericoloso? Come fare per tenerlo lontano?

Cosa sapere sul ragnetto rosso

Ragnetto rosso è l’espressione utilizzata per far riferimento ad un aracnide che fa parte di due diverse specie. La prima viene nello specifico chiamata ‘Panonychus Ulmi’ mentre invece la seconda ‘Tetranychus Urticae’. Per le piante questo è considerato un parassita abbastanza pericoloso e a tal proposito è molto importante precisare che in pochi giorni riesce a riprodursi davvero molto velocemente. Ma, quando esce allo scoperto? A questa domanda è possibile rispondere affermando che il ragnetto rosso solitamente inizia ad uscire dal proprio nascondiglio in primavera. E quindi con l’arrivo delle belle giornate quando la temperatura raggiunge o supera i 20 gradi.

Quando questo momento arriva ecco che i ragnetti rossi iniziano poco alla volta ad invadere muri, davanzali e orti. Durante i giorni di clima mite può quindi capitare di vederli con maggiore frequenza ma in realtà dopo poco tendono a sparire in quanto è proprio il caldo ad ucciderli.  Attenzione a non schiacciarli. La sostanza rossa rilasciata è emolinfa e non sangue e rimuoverla da superfici e tessuti può essere molto complicato se non addirittura impossibile. E’ comunque molto importante precisare che il ragnetto rosso non comporta dei rischi per la salute dell’uomo. Può quindi essere considerato assolutamente innocuo.

Ragnetto rosso
Ragnetto rosso

Come allontanarlo

Cosa fare per allontanare il ragnetto rosso? Per prima cosa è molto importante precisare che utilizzare insetticidi ed altre tipologie di diserbanti è assolutamente sconsigliato in quanto inutile. Per allontanare il ragnetto rosso ed evitare quindi che possa rovinare le piante il consiglio è quello di intervenire in modo naturale. E nello specifico utilizzando:

  • aglio: insetticida naturale davvero molto efficace. Basterà semplicemente averne a disposizione circa 20 grammi da dividere poi in vari spicchi da versare all’interno di un pentolino con all’interno circa mezzo litro d’acqua bollente. L’aglio presente all’interno del pentolino dovrà sobbollire per circa 15 minuti al termine dei quali basterà semplicemente spegnere la fiamma, lasciare raffreddare e poi filtrare il liquido da applicare, servendosi di un nebulizzatore, sulle piante e sulle foglie durante la sera;
  • sapone di Marsiglia: basterà scioglierne piccole quantità in acqua e il liquido ottenuto andrà poi spruzzato sulle foglie della pianta sempre la sera, e di preciso dopo il tramonto. Nello specifico basterà disciogliere delle scaglie di sapone in acqua calda oppure un cucchiaio di sapone liquido. Il composto ottenuto, una volta raffreddato, andrà spruzzato sulle piante utilizzando appunto un contenitore a spray;
  • cipolle: basterà sminuzzarla e versarla all’interno di una pentola con all’interno 1 litro d’acqua da portare poi ad ebollizione. La cipolla dovrà sobbollire per circa 20 minuti ed il composto ottenuto andrà lasciato raffreddare, poi filtrato ed applicato sia nell’orto sia nelle piante attraverso un flacone spray. Il consiglio è sempre quello di effettuare tali applicazioni la sera e mai di giorno.
Leggi articolo precedente:
Esercizi posturali, quali sono i benefici per il nostro corpo?

Tante volte nel corso della giornata si assumono delle posizioni sbagliate soprattutto, ad esempio, quando ci si trova in ufficio...

Chiudi