Abitare Giardinaggio

Pioppo, caratteristiche ed etimologia: numerose le specie in natura

Pioppo
Pioppo

Uno degli alberi maggiormente conosciuti è quello chiamato Pioppo, frequente soprattutto nell’emisfero settentrionale. In natura ne esistono diverse specie, di preciso trenta.

Pioppo

Prima di elencare le diverse specie è molto importante fornire alcune preziose informazioni sull’etimologia. E su quelle che sono le caratteristiche di tali alberi. Per prima cosa è necessario precisare che il termine pioppo deriva da una parola di origine latina ovvero ‘Populus’. Ed infatti proprio il pioppo viene indicato come l’albero del popolo. Appartiene alla famiglia delle Salicaceae e cresce in maniera molto rapida fino a raggiungere i 30 metri di altezza. Questa però può variare a seconda della specie.

Se la domanda che vi state ponendo è ‘In Italia sono presenti delle specie di Pioppo e dove?’ ecco che a tale domanda è possibile dare una risposta. Ed infatti è possibile affermare che alcuni di questi alberi è possibile trovarli in Italia. Soprattutto nella Pianura Padana. Infatti il pioppo viene coltivato proprio vicino alle rive del Po’ ed è possibile notare la sua presenza molto facilmente. Le foglie, qualsiasi sia la specie, presentano forma ovale o romboidale e possono anche essere lobate. La parte superiore di tali foglie è di colore bruno-verde e si presenta anche più lucida. Mentre invece la parte inferiore oltre ad essere più chiara si presenta anche opaca.

Pioppo, diverse specie

In natura esistono davvero molte specie di Pioppo. E di preciso trenta. Tra queste vi troviamo ad esempio il Pioppo bianco. Si tratta di una specie le cui foglie sono di colore chiaro. E oltre a queste anche la corteccia si presenta chiara di natura. E’ importante sottolineare che quando si parla di pioppo bianco ci si riferisce in maniera particolare al ‘Populus Alba’. Questo presenta sia la corteccia sia la pagina inferiore delle foglie di colore bianco. E sempre facendo riferimento a questa specie ecco che è possibile dire che la chioma non si presenta particolarmente fitta. E ancora il tronco è caratterizzato da un vasto numero di ramificazioni. La corteccia è bianca oppure grigia. Ma comunque tende ad avere sempre un colore chiaro. Man mano che trascorrono gli anni tale corteccia tende a scurire ma non arriva mai a presentare delle sfumature particolarmente scure.

Pioppo
Pioppo

Altra specie presente in natura è il pioppo nero. A tal proposito è importante sottolineare che la corteccia non è nera ma viene chiamata così perché più scura rispetto a quella di molte altre specie. La tonalità di colore appartenente alla specie di pioppo nero è il grigio mentre invece le foglie sono più scure. In primavera tali foglie tendono ad assumere color rame. E ancora tra le tante e diverse specie vi troviamo quella balsamina e poi ancora vi troviamo anche il pioppo tremulo. Quest’ultima specie viene considerata meno diffusa rispetto al pioppo nero e bianco. E’ importante precisare che viene chiamato così proprio perché anche in presenza di un vento molto leggero la sua chioma e le foglioline tendono a tremare e vibrare.

Tags
Altro... Abitare, Giardinaggio
Citronella
Citronella, famosa pianta anti-zanzara: come coltivarla in vaso o in giardino

Adesso che è finalmente è arrivata l'estate saranno sicuramente in molti a chiedersi come poter coltivare la citronella. Sia in...

Chiudi