Home » Kuzu, pianta ricca di proprietà benefiche: cosa sapere?
Salute

Kuzu, pianta ricca di proprietà benefiche: cosa sapere?3 minuti di lettura

Kuzu
Kuzu

Kuzu è l’espressione utilizzata per far riferimento ad una pianta selvatica rampicante le cui origini sono legate al Giappone. Dalla radice della pianta viene inoltre ricavata una polvere molto importante utilizzata da circa 2000 anni a scopo terapeutico. Ma non solo, rappresenta anche un ottimo ingrediente da utilizzare in cucina per la preparazione di gustose ricette.

Cos’è il kuzu

Vi e mai capitato di aver sentito parlare del kuzu? Se la risposta è no ecco che allora vi starete sicuramente domandando a cosa si fa riferimento con tale termine. A tal proposito e quindi possibile dire che il kuzu, che gli asiatici sono soliti identificare con l’espressione ‘Pueraria Montana’, altro non è che una pianta selvatica. Questa fa parte della famiglia delle Fabaceae e solitamente cresce lungo le pendici di montagne e vulcani.

Tale pianta è davvero molto forte e può vivere per tanti anni. Nonostante sia ricca di bellissimi fiori di colore viola o blu ecco che per poter usufruire dei suoi effetti benefici non vengono utilizzati i petali e nemmeno la stessa pianta, ma le sue radici.

Come comprare il kuzu? In commercio è possibile trovarlo sotto forma di fecola ricavata proprio dall’amido che si trova nelle radici della pianta in questione.

Proprietà e benefici

Diverse ed importanti sono le proprietà, e di conseguenza i benefici, legate al kuzu. A tal proposito opportuno precisare che la proprietà più nota è quella gastro protettiva. Questo viene infatti considerato un vero e proprio gastroprotettore naturale in quanto viene ben digerito dallo stomaco e poi assorbito dall’intestino. In questo modo agisce evitando che possa formarsi qualsiasi forma di irritazione.

E ancora, aiuta lo stomaco a svolgere bene il suo lavoro e quindi di conseguenza migliora anche le funzioni digestive e consente di poter tenere sotto controllo l’acidità. Proprio per questo motivo può essere considerato davvero benefico in caso di patologie legate allo stomaco oppure in caso di reflusso gastroesofageo. Tra le altre proprietà di cui è dotato vi troviamo anche quelle lenitive e antinfiammatorie e poi ancora proprietà alcalinizzanti.

Oltre ad essere una soluzione ideale per poter combattere la stitichezza ecco che il kuzu è anche da considerare perfetto nel caso in cui, al contrario, ci si trovi a dover combattere contro la diarrea. E’ infatti in grado di agire, in questi casi, ricompattando le feci. In ultimo potrebbe rivelarsi di grande aiuto anche in caso di raffreddore oppure di eccessivo muco, problemi legati ad esempio ad una cattiva salute dell’intestino.

Potrebbe interessarti anche: Noni: cos’è e quali sono le proprietà e i benefici del succo

Kuzu
Kuzu

Proprietà benefiche

Volendo quindi fornire una dettagliata analisi di quelle che sono le proprietà benefiche del kozu è quindi possibile dire che:

  • è un alleato per lo stomaco e allo stesso tempo per l’apparato digerente;
  • agisce riducendo le infiammazioni e rinforzando il sistema immunitario;
  • può rivelarsi di grande aiuto nell’alleviare vampate di calore e sudorazione notturna.

Come utilizzarlo in cucina

In cucina il kuzu viene utilizzato per la preparazione di salse, zuppe, budini in quanto in grado di agire come addensante. Ma spesso viene utilizzato anche per la realizzazione di gelatine utili a guarnire macedonie, dolci e per la realizzazione di vellutate di frutta o verdura

Leggi articolo precedente:
Cenetta vegetariana, come prepararne una gustosa?

Come organizzare una gustosa e ricca cenetta vegetariana? In realtà farlo potrebbe risultare più semplice di quanto immaginato grazie alla...

Chiudi