Home » Germogli di soia, come cucinarli?: proprietà e benefici
Abitare

Germogli di soia, come cucinarli?: proprietà e benefici3 minuti di lettura

Germogli di Soia
Germogli di Soia

Utilizzati come alimento base per la preparazione di moltissime gustose ricette, i germogli di soia sono molto noti in Oriente fin dall’antichità. La soia è nello specifico un legume che fa parte della famiglia delle Fabaceae ed è ottenuto dalla germinazione dei fagioli mung. Si tratta di veri e propri integratori naturali di sali minerali e vitamine.

Proprietà nutritive dei germogli di soia

Numerose ed importanti sono le proprietà nutritive dei germogli di soia. Questi sono ricchi di acqua, vitamine, in particolar modo vitamina C, e poi ancora sono anche ricchi di sali minerali considerati molto preziosi per il nostro organismo. Esistono diverse varianti di germogli ed ecco che anche questi come gli altri sono considerati degli importantissimi integratori naturali in grado di aiutare a stimolare la diuresi e allo stesso tempo disintossicare il nostro corpo.

I germogli di soia sono degli alimenti ricchi di enzimi ed in grado di stimolare la diuresi. Tutti coloro che tengono alla propria linea saranno molto contenti di sapere che i germogli di soia sono poco calorici e soprattutto non hanno grassi. Si tratta infatti di un alimento ipocalorico caratterizzato da soli 49 kcal in 100 grammi. Al contrario sono considerati un ottima fonte di proteine. La lecitina è inoltre una sostanza presente nel legume ed è utile in quanto aiuta a regolare i livelli di colesterolo presenti nel sangue. Mentre invece i fitoestrogeni si rivelano utili soprattutto nel periodo legato alla menopausa. Volendo fornire un’analisi dettagliata di quelle che sono le proprietà che caratterizzano i germogli di soia è possibile dire che questi sono:

  • senza grassi;
  • poco calorici;
  • ricchi di enzimi ed in grado di favorire la digestione;
  • ricchi di sali minerali e vitamine;
  • ricchi d’acqua.

E ancora, sono in grado di:

  • disintossicare il corpo;
  • stimolare la diuresi.

Potrebbe interessarti anche: Feijoa, frutto tropicale ricco di proprietà benefiche

Germogli di Soia
Germogli di Soia

Benefici

Date le molteplici proprietà che caratterizzano i germogli di soia ecco che è possibile affermare che numerosi ed importanti sono i benefici in grado di apportare al nostro organismo. Nello specifico aiutano a tenere a bada il colesterolo e vi sono dei casi in cui l’assunzione viene consigliata in menopausa. Poi ancora essendo ricchi di fibre agiscono contrastando la stitichezza. Infine i germogli di soia sono utili a rallentare la caduta dei capelli e contrastare l’osteoporosi.

Come cucinarli

I germogli di soia possono essere coltivati in casa. Si tratta infatti di un’attività oltre che semplice anche divertente e salutare da poter fare insieme ai più piccoli. Quello che però in molti si staranno sicuramente domandando è ‘Come cucinarli?’. A tal proposito è possibile dire che i germogli di soia da millenni vengono consumati cotti ma anche crudi. In quest’ultimo caso, e quindi nella variante cruda, sono in grado di conservare la ricchezza delle vitamine e dei sali minerali. Tali sostanze, al contrario, vengono solitamente consumate dalle alte temperature. E’ opportuno precisare che particolare attenzione è da prestare alla conservazione dei germogli di soia crudi in quanto potrebbero verificarsi delle contaminazioni. Il consiglio è quindi quello di sbollentarli in acqua per qualche minuto prima del loro consumo.

 

Read previous post:
Lupino
Lupino: proprietà benefiche e controindicazioni di questo speciale legume

Non tutti conoscono il lupino, un legume sconosciuto che non è facile trovare nelle tavole degli italiani anche se ricco...

Close