Home » Ficus benjamin, come coltivare la pianta
Abitare

Ficus benjamin, come coltivare la pianta2 minuti di lettura

Ficus Benjamin
Ficus Benjamin

Ficus benjamin,  con tali termini si fa riferimento ad una specie botanica appartenente alla famiglia delle Moraceae. Tale specie di pianta, le cui origini sono legate al sud-est dell’Asia, all’India, Filippine e Australia, viene solitamente coltivata in vaso all’interno degli appartamenti. Se la domanda che in questo momento vi state ponendo è ‘cosa bisogna fare per poter coltivare tale specie di piante nel migliore dei modi?‘ ecco che qui di seguito troverete alcuni consigli.

Ficus benjamin

Se il vostro desiderio è quello di coltivare il ficus benjamin è importante che prestiate attenzione a diversi elementi. Anche se molto spesso tale pianta viene coltivata in vaso, ecco che è possibile dire che dove le temperature sono adeguate tale pianta vive bene anche in terra. Il vaso dovrà essere adeguato a quella che è la grandezza della pianta. Il terriccio dovrà essere sciolto e drenato con pomice, Lapillo Vulcanico o sabbia. In generale però è possibile dire che tale specie di pianta si adatta bene sia ai terreni calcarei sia ai terreni acidi. Nel caso in cui il ficus benjamin sia collocato all’interno dell’abitazione ecco che proprio il vaso andrà posizionato in una zona luminosa ma dove non sia comunque esposta ai raggi diretti del sole.

Per quanto riguarda invece l’ambiente esterno vi è una maggiore possibilità di scelta. Molto importante è anche sapere quando poter procedere con le annaffiature. A tal proposito è necessario precisare che il terriccio del vaso dovrà essere quasi tutto asciutto per poter annaffiare la pianta. Potrete scegliere se annaffiare il vaso da sopra oppure ancora se annaffiare dal sottovaso. È importante però che una volta scelto il modo giusto questo dovrà essere sempre lo stesso in modo tale da far abituare la pianta nel più breve tempo possibile.

Consigli su come coltivare il ficus benjamin

Oltre all’acqua e alla luce, per vivere il ficus benjamin avrà anche bisogno di fertilizzanti. Nel caso in cui la coltivazione avvenga in vaso è importante sapere che bisognerà somministrare concime liquido precedentemente disciolto nell’acqua. Tale concimazione dovrà avere luogo una volta al mese e proprio nel periodo vegetativo. In questo modo sarà possibile far crescere la pianta nel modo più sano possibile. Grazie a tale concimazione anche le foglie cresceranno di grandi dimensioni e di colore verde intenso. La concimazione dovrà essere ridotta da una volta al mese a una volta ogni 6 o 8 settimane nel periodo legato alla stagione dell’autunno e nel corso dell’inverno.

Ficus Benjamin
Ficus Benjamin

Parlando invece della potatura ecco che è necessario precisare che questa andrà effettuata in quelli che vengono chiamati periodo di dormienza. In questo periodo andranno tolte le parti morte e mettere ordine nei rami vecchi e anche nei rami nuovi. Nel caso in cui la pianta venga tenuta in appartamento è importante sapere che dovrà essere tenuta lontana da quelle che sono le correnti d’aria, soprattutto nel corso della stagione invernale. Un’esposizione ai venti freddi nel corso dell’inverno potrebbe danneggiare la pianta.

Read previous post:
Pectina
Pectina, proprietà: ecco cos’è e dove si trova

Tra i carboidrati che fanno parte della categoria degli eteropolisaccaridi vi troviamo la pectina.  A questa, molto presente nell'industria alimentare,...

Close