Abitare

Peonia: origine, descrizione, caratteristiche e come coltivare la pianta

Peonia
Peonia

La Peonia è una pianta generalmente ornamentale molto bella e diffusa per via dell’eleganza dei suoi fiori. Esistono le peonie arboree e quelle erbacee. La differenza sostanziale tra questi due tipi di peonie è che:

  • le prime sono originarie della Cina e sono delle piante rustiche, facili da coltivare e che ben si adattano al clima continentale
  • le seconde sono originarie dell’Europa e hanno dei fiori che risultano essere privi di profumo.

Tra le peonie arboree chiamate anche legnose, la più conosciuta è la Peonia giapponese, la quale risulta essere molto resistente alla siccità e fiorisce già all’inizio della Primavera. Il nome Peonia deriva dal greco “Paionia” e letteralmente vuol dire “Pianta che guarisce”.

I fiori delle peonie

Come abbiamo detto, la fioritura avviene ad inizio primavera Grazie all’aumento delle temperature. I boccioli cominciano dunque a spuntare e si dischiudono per lasciare spazio ai fiori anche di notevoli dimensioni e dai colori intensi e molteplici. In genere, le peonie sono di colore rosa, ma è possibile trovarle anche nelle colorazioni del bianco, del Crema, giallo, viola, bordeaux e rosso. Il fiore della Peonia non passa sicuramente inosservato per via delle sue dimensioni abbastanza generose. I Petali sono piuttosto leggeri e talvolta vellutati, dai colori sfumati ma anche pieni.

Coltivazione e cure

La coltivazione della Peonia, soprattutto quella appartenente alla varietà rustica, non è molto difficile. Se pensate di coltivare le peonie partendo dal seme, dovete sapere che generalmente i semi della Peonia impiegano due anni per la germinazione e il processo di coltivazione, dunque è molto lungo. Per questo motivo se volete coltivare delle peonie potete fare una moltiplicazione dei Ceppi da Alcune piante che sono già ben sviluppate.

In alternativa potete acquistare degli esemplari presso il vivaio di fiducia. Il momento migliore per poter coltivare le peonie è sicuramente quello compreso tra il mese di settembre e quello di novembre. In questo periodo dovrete mettere a dimora sia le piante che la radice. È sconsigliato coltivarla nei mesi invernali, tranne per chi vive nelle regioni meridionali.

Dal mese di marzo in poi è inoltre possibile avviare la coltivazione, ma soltanto in vaso perché non richiede particolari Cure. Riguardo il terreno, l” ideale è quello ricco di materia organica, argilloso drenato, profondo e permeabile, con un ph che va da 6,5 a 7.  Ricordate comunque di annaffiarla regolarmente e in modo abbondante, soprattutto quando è il momento della fioritura o quando cominciano ad aumentare le temperature. Ricordate che è anche indispensabile pulirla ogni tanto dei fiori che sono ormai appassiti.

Uso

Peonia
Peonia

Queste piante Generalmente sono utilizzate per ornamentale i giardini e aiuole o macchie fiorite. Possono anche essere coltivate in vaso e dunque utilizzate anche per abbellire terrazzi e giardini. Tuttavia la Peonia Può essere utilizzata anche come pianta officinale, grazie alle ricche proprietà medicinali. Sembra sia Infatti utilizzata tradizionalmente come rimedio contro l’epilessia. E’ anche un ottimo sedativo contro l’ansia e l’agitazione ed un ottimo antispasmodico. I fiori delle peonie sono anche utilizzati al giorno d’oggi per arricchire le tisane, soprattutto in caso di tosse, per via del penolo.