Home » Cascata delle Marmore, la storia: ecco cosa occorre sapere
Guide News

Cascata delle Marmore, la storia: ecco cosa occorre sapere3 minuti di lettura

Cascata delle Marmore
Cascata delle Marmore

Tra le cascate più famose d’Italia vi troviamo la Cascata delle Marmore situata di preciso in Valnerina, a poca distanza dalla città di Terni. Si tratta di una grande attrazione per turisti provenienti da tutto il mondo e proprio la loro bellezza nel corso dei secoli è stata l’ispirazione di tanti scrittori e di tanti poeti.

Storia della Cascata delle Marmore

Immersa nel parco naturale della Cascata delle Marmore, questa rappresenta una grande attrazione per migliaia di turisti. La storia della Cascata delle Marmore è piuttosto antica ed addirittura una prima testimonianza sembrerebbe essere legata all’epoca romana. Di preciso Virgilio nel VII  libro dell’Eneide racconta di “una valle d’oscure selve e tra le selve un fiume che per gran sassi rumoreggia e cade”. Ma anche Dante Alighieri nel XX canto del Paradiso narra di una cascata. Il nome Marmore deriva di preciso dai sali bicarbonato di calcio che vanno a sedimentarsi sulle rocce delle montagne. Il riflesso della luce del sole poi li fa somigliare a dei cristalli di marmo bianco ed è da lì che deriva il nome Cascata delle Marmore.

Ma non solo, Marmore è anche il nome di un paese medioevale molto vicino alle cascate in questione. Secondo quelli che sono i cenni storici la nascita della cascata sembrerebbe risalire al 271 a. C e quindi in piena epoca romana. Sempre secondo i dati storici sembrerebbe essere stato il console Romano Manio Curio Dentato ad ordinare la costruzione di un canale con l’unico obiettivo di far defluire le acque stagnanti del Velino verso il Nera. In questo modo quindi il corso del fiume è stato deviato e di conseguenza si è formata la cascata delle Marmore. Nel corso degli anni successivi sono stati effettuati diversi interventi per contrastare possibili allagamenti nel periodo di piena dei dei due fiumi. Quello che però è il suo aspetto attuale la cascata l’ha assunto nel periodo di tempo compreso tra il 1601 e il 1787.

Potrebbe interessarti anche: Grotte di Castellana: quanto costa visitarle?

Cascata delle Marmore
Cascata delle Marmore

Cascata delle Marmore, sentieri e percorsi

All’interno dell’omonimo parco sono presenti tutta una serie di percorsi e sentieri adatti sia per adulti che per bambini. Cosa vedere? In realtà è possibile dire che sono presenti ornielli e carpini neri, lecci e vicino al fiume sono invece presenti muschi e felci. Oltre alla natura all’interno del parco in questione è possibile ammirare anche tanta arte. Vicino la cascata vi sono infatti alcune testimonianze storiche, i resti di archeologia industriali ed opere idrauliche.

Come arrivare alla Cascata delle Marmore? Per farlo sarà possibile accedere o dal Belvedere Inferiore oppure ancora dal Belvedere Superiore. Parlando invece dei percorsi da fare ecco che tra questi meritano di essere citati l’anello della Ninfa, consigliato in modo particolare a tutti coloro che desiderano avvicinarsi quanto più possibile alla cascata. Ovviamente per farlo bisognerà attraversare un sentiero fatto di scalette e di ponti in legno. Oltre a quello citato poc’anzi vi sono anche altri percorsi consigliati. Tra questi l’incontro delle acque, la maestosità, i lecci sapienti ecc..

Read previous post:
Diclofenac
Diclofenac, cos’è e per cosa viene utilizzato

Sarà capitato a molti, nel corso della vita, di aver sentito parlare del Diclofenac ma di non sapere esattamente a...

Close