Mangiare

Camomilla: proprietà, benefici e controindicazioni

Camomilla
Camomilla

Conosciuta e amata da grandi e piccini, sono molte le proprietà e i benefici legati alla Camomilla. Nello specifico con tale termine si fa riferimento ad una famosa pianta che fa parte della famiglia delle Asteraceae.

ETIMOLOGIA

Camomilla deriva da una parola di origine greca ovvero χαμαίμηλον. Questa, a sua volta, è una parola composta da altre due diverse parole ovvero χαμαί che tradotta significa ‘del terreno’ e poi ancora μήλον che invece significa ‘mela’. In realtà proprio l’odore della camomilla fa tornare alla mente un particolare tipo di mela ovvero quella definita ‘renetta’. E anche la denominazione spagnola fa riferimento alla mela, e nello specifico il termine utilizzato è ‘Manzanilla’. Ma la camomilla viene anche chiamata Matricaria chamomilla.

Tale denominazione deriva dalla parola di origine latina mātrīx, mātrīcis che significa nello specifico utero. E a tal proposito è possibile affermare che proprio tale denominazione fa riferimento ad un’azione importante svolta dalla camomilla. Stiamo nello specifico facendo riferimento al grande potere calmante in grado di esercitare su quei disturbi che, mese dopo mese, colpiscono milioni di donne ovvero quelli mestruali.

PROPRIETÀ E BENEFICI

Come affermato in precedenza, questa pianta erbacea è in grado di apportare molti benefici. La camomilla è infatti ricca di principi attivi, tra questi ad esempio vi troviamo gli acidi fenolici, cumarine, camazulene, flavonoidi, apigenina-7-glucoside e molti altri. Inoltre è possibile affermare che è ricca di vitamine e nello specifico quelle appartenenti al gruppo A e al gruppo B. Poi è ricca di potasso, zinco, sodio, rame, betacarotene e magnesio. Sulla base di tutto ciò è possibile quindi affermare che la camomilla è dotata di proprietà molto importanti.

Camomilla
Camomilla

Tra queste è possibile citare le proprietà digestive e diuretiche ma anche proprietà rilassanti e lenitive, cicatrizzanti e antimicrobiche e molte altre ancora. E sulla base di tutte le proprietà precedentemente elencate è possibile affermare che tra i benefici in grado di apportare vi troviamo l’aiutare a vivere meglio oltre che aiutare a vivere di più. Questo nello specifico è quanto emerso da un recente studio al termine del quale gli studiosi sono arrivati ad affermare che bere un infuso ovviamente di camomilla potrebbe rivelarsi utile per contrastare il rischio di morte prematura.

Inoltre, sempre la camomilla aiuta a sconfiggere un disturbo che accomuna molte persone ovvero l’insonnia e poi ancora è in grado di rilassare i muscoli. Tra i benefici in grado di apportare la camomilla vi troviamo inoltre il riuscire ad alleviare disturbi gastrointestinali e quindi ad esempio crampi allo stomaco. Per ottenere tale beneficio basterà semplicemente preparare un gustoso infuso con dell’acqua molto calda ma non troppo. Essendo in grado di rilassare i muscoli, la camomilla svolge anche una importantissima azione ovvero quella di alleviare i dolori dovuti dalla sindrome mestruale.

CONTROINDICAZIONI

Anche se ricca di proprietà, bisogna prestare anche molta attenzione. Infatti in gravidanza e in soggetti sensibili in maniera particolare, potrebbe dare vita a delle specifiche allergie. Queste potrebbero essere causate dalla presenza di determinate sostanze come ad esempio l’antecotulide ma anche i lattoni sesquiterpeni. Inoltre, sempre in specifici soggetti particolarmente sensibili, potrebbero tenersi anche gli effetti opposti a quelli desiderati.

Altro... Mangiare
Garcinia Cambogia
Garcinia Cambogia: usi, proprietà e effetti collaterali

Avete mai sentito parlare della Garcinia Cambogia? Per chi non lo sapesse, si tratta di una pianta subtropicale tipica dell'Indonesia...

Chiudi