Home » Piramide alimentare: cos’è e come funziona
Vivere

Piramide alimentare: cos’è e come funziona3 minuti di lettura

Piramide Alimentare
Piramide Alimentare

Quello legato all’alimentazione è un argomento molto importante e spesso anche parecchio dibattuto. Si sente spesso parlare di cibi sani e cibi considerati dannosi per la nostra salute. A tal proposito, sarà capitato a molti di aver sentito parlare, almeno una volta nella vita, della piramide alimentare. Ma a cosa si fa di preciso riferimento? Cos’è e come funziona?

Piramide Alimentare: cos’è

Prima di parlare di come funziona è molto importante precisare di cosa stiamo parlando. La piramide alimentare altro non è che un grafico arricchito da immagini, disegni e parole aggiunti con l’unico scopo di renderlo oltre che più incisivo anche maggiormente intuitivo. La sua realizzazione risale all’anno 1992 ed è da attribuire al dipartimento statunitense dell’Agricoltura. Nel corso degli anni è stata poi sottoposta a diverse modifiche nel suo aspetto grafico ma il contenuto, e quindi le teorie sulle quali si basa, sono rimaste uguali nel tempo. All’interno di tale piramide alimentare sono presenti alimenti di vario genere, e quindi carne e pesce, latte e latticini, cereali, verdure e frutta. Ma anche varie tipologie di grassi ecc.

L’obiettivo per il quale è stata realizzata la piramide alimentare è quello di indirizzare il maggior numero di persone possibili verso un’alimentazione oltre che maggiormente bilanciata anche più sana. Il ruolo legato alla piramide alimentare è quindi quello di descrivere delle regole nutrizionali. Le indicazioni fornite, solitamente, non sono quantitative ovvero non fanno riferimento alle porzioni, alle percentuali di macro-nutrienti o calorie. Al contrario spesso si tratta di indicazioni qualitative e quindi legate a quella che è la qualità del cibo da consumare.

Come funziona la piramide alimentare

A questo punto occorre rispondere alla domanda ‘Ma come funziona la piramide alimentare?‘. I cibi vengono inseriti al suo interno seguendo una specifica logica. Alla base si trovano gli alimenti che sarebbe opportuno consumare nella nostra quotidianità. Man mano che invece si va salendo verso la punta della piramide ecco che sarà possibile poi trovare gli alimenti che invece bisognerebbe consumare con moderazione. Ma cosa si trova sul fondo della piramide?

Per approfondimenti leggi anche: Colazione: ecco quali sono gli errori da non fare

Piramide Alimentare
Piramide Alimentare

Quali sono quindi gli alimenti che dovrebbero fare parte della nostra alimentazione quotidiana? Tra questi vi troviamo pane e pasta. Più nello specifico i cereali che andrebbero consumati, quando possibile, anche nella variante integrale. Tali alimenti sono poi seguiti da frutta e verdura. E salendo ancora più in alto vi troviamo tutte quelle proteine definite di ‘origine animale’. Queste sono il pesce, la carne, le uova, il latte e i formaggio. Poi noci, semi oleosi ed olio. In punta invece si trovano junk food, dolci e zuccheri. Questi si trovano in punta alla piramide in quanto se consumati in grandi quantità possono avere effetto nocivo per la salute, motivo per il quale nell’arco del mese è consigliato un consumo moderato o meglio occasionale. Secondo quanto dichiarato da un vasto numero di esperti il fabbisogno calorico giornaliero dovrebbe essere così suddiviso:

  • lipidi: 20-35%;
  • proteine: 10-30%;
  • carboidrati: 45-65%.
Read previous post:
Acido Lattico
Acido lattico, cause: ecco cos’è e come smaltirlo

Quante volte dopo il primo giorno di palestra è capitato di avvertire dei forti dolori o fastidi muscolari e di...

Close