Home » Rodiola, descrizione della pianta e le sue proprietà
Vivere

Rodiola, descrizione della pianta e le sue proprietà3 minuti di lettura

Rodiola
Rodiola

Rodiola, è questo il nome con il quale si fa riferimento ad una pianta appartenente alla famiglia delle Crassulaceae. Una pianta particolarmente nota per le sue proprietà, ma esattamente queste quali sono? Alla rodiola sono inoltre legate delle controindicazioni? Qui di seguito troverete tutte le dovute informazioni.

Rodiola, descrizione della pianta

Per prima cosa è molto importante sottolineare che la rodiola, chiamata anche corona della regina o radice d’oro, è una piccola pianta erbacea che è solita crescere in zone fredde dell’Asia, dell’Europa e dell’Alaska. La sua altezza varia dai 5 ai 35 cm mentre invece i fusti sono di consistenza carnosa. Le foglie sono lanceolate, appiattite e dentellate. Spesse e carnose. Mentre invece, parlando dei fiori ecco che questi sono di colore giallo, oppure rosso o ancora arancione. Molto particolare è il loro profumo e a tal proposito è possibile dire che questo solitamente richiama quello che è l’odore tipico della rosa. Infine, nel descrivere tale pianta è opportuno sottolineare che quelle appartenenti a tali specie vengono definite dioiche. Con tale termine si fa riferimento al fatto che esistono sia piante femminili sia piante maschili.

Rodiola, proprietà

Parlando invece di quelle che sono le proprietà della rodiola ecco che è possibile dire che queste sono molteplici. Nello specifico le radici svolgono una particolare ed importante azione, ovvero quella adattogena e antistress. Queste vengono ritenute di particolare importanza in quanto legate alla memoria e alla capacità di apprendimento. A conferire tali proprietà alla rodiola è la presenza, nella rodiola, di glicosidi fenilpropanoidici. E più nello specifico di salidroside e rosavidina. E ancora, parlando sempre di quelle che sono le proprietà legate alla rodiola è possibile affermare che questa pianta svolge un particolare effetto cardio-protettivo soprattutto in presenza di palpitazioni e tachicardia. Disturbi questi che molto spesso sono provocati dal nervosismo e dall’ansia. In questi casi, grazie a tale effetto, la rodiola permette di poter accrescere quella che è la resistenza allo sforzo e allo stesso tempo ridurre quelli che sono i tempi di recupero. Soprattutto in seguito ad un intenso esercizio.

Rodiola
Rodiola

E’ inoltre possibile affermare che si rivela utile per combattere l’insonnia e questo perché è in grado di migliorare il sonno. Per chi non lo sapesse, la rodiola svolge anche un’altra importante azione, ovvero quella dimagrante. Infine, secondo quando emerso da alcuni studi, la rodiola sembrerebbe essere in grado di agire anche come stimolante sul sistema ormonale femminile migliorando la fertilità. Mentre invece negli uomini sembrerebbe rivelarsi utile per favorire la funzionalità e le prestazioni sessuali del 70%. Più in generale è possibile dire che la rodiola è indicata in caso di stress, ansia e depressione, memoria. E ancora in caso di pressione bassa in quanto è in grado di agire sulla circolazione sanguigna e sulla regolazione ormonale. E’ utile in caso di sovrappeso perché in grado di aumentare le funzioni metaboliche.

Rodiola, controindicazioni

Parlando delle controindicazioni legate alla rodiola ecco che è possibile dire che in alcuni casi può essere causa di disturbi come nervosismo e insonnia. E’sconsigliata per tale motivo l’assunzione in tutte quelle persone che soffrono di disturbi cardiaci e ipertensione.

Read previous post:
Acero Rosso
Acero rosso, caratteristiche della pianta e come coltivarla

Tutti conoscono l'acero rosso, pianta le cui origini sono legate all'America del Nord presente in natura sotto diverse specie. Nonostante...

Close