Home » Orzaiolo rimedi naturali: ecco come combattere questo fastidioso disturbo
Salute

Orzaiolo rimedi naturali: ecco come combattere questo fastidioso disturbo3 minuti di lettura

Orzaiolo
Orzaiolo

L’orzaiolo è un disturbo piuttosto frequente tra la gente che si manifesta con dolore agli occhi, arrossamento e la presenza di un rigonfiamento della palpebra. Ma esattamente cos’è? Esistono dei rimedi naturali utili a combattere questo disturbo? Se siete alla ricerca di informazioni potrete trovarle qui di seguito.

Orzaiolo: cos’è e quali sono le cause

Quando si parla di orzaiolo si fa nello specifico riferimento ad un’infezione che agisce colpendo la palpebra. E più di preciso si tratta dell’infezione delle ghiandole che si trovano alla base del follicolo pilifero ciliare. Solitamente tale infezione colpisce la palpebra sia all’interno sia all’esterno. Quando ad essere colpita è la zona interna della palpebra ecco che allora significa che ad infettarsi sono state le ghiandole di Meibomio. Quando invece il rigonfiamento è esterno alla palpebra ecco che allora significa che ad infettarsi sono state le ghiandole di Zeis. Ma, cosa causa l’orzaiolo? Nella maggior parte dei casi questo disturbo è causato da un batterio ovvero lo Straphylococcus aureus. Vi sono soggetti in cui tale infezione tende a presentarsi con una certa frequenza. Il motivo è legato ad una predisposizione alle infiammazioni oculari. Tra gli altri motivi e quindi cause che potrebbero comportare la comparsa dell’orzaiolo vi troviamo una scarsa igiene dell’occhio e la presenza di batteri al limite delle ciglia. E ancora, attenzione allo stress. Anche questa potrebbe causare la comparsa del disturbo in questione.

Rimedi naturali

Cosa fare, e quindi come intervenire, quando si presenta un orzaiolo? Esistono tanti rimedi naturali che potrebbero rivelarsi di grande aiuto. E’ però importante precisare che non sempre sono risolutivi e che nei casi più gravi occorre sempre contattare il medico. Tra i rimedi naturali in questione è possibile citare l’acqua calda, il tè verde, l’aloe, la bottiglia dell’olio ecc.

Foglie di Acacia

Per ottenere benefici occorrerà raccogliere un poco di foglie di acacia e portarle ad ebollizione all’interno di un pentolino insieme a 500 millilitri di acqua. Occorrerà lasciare sobbollire per circa 5 minuti e poi proseguire filtrando il liquido. A questo punto bisognerà rimuovere le foglie, lasciare raffreddare e solamente quando sarà tiepido occorrerà procedere imbevendo un panno nell’acqua per poi applicarlo sull’occhio per circa 15.20 minuti. Il consiglio è quello di effettuare tale trattamento la sera prima di andare a letto.

Orzaiolo
Orzaiolo

Aloe

Questo è considerato un ottimo prodotto per combattere l’orzaiolo. Il consiglio è quello di applicare il gel d’aloe sulla zona interessata. Oppure ancora prendere una foglia d’aloe e dopo averla incisa applicarla per qualche minuto, dalla parte interna, sulla zona interessata. In questo modo la sostanza benefica contenuta potrà entrare in contatto con l’orzaiolo.

Tè verde contro l’orzaiolo

Dopo aver preparato uno specifico infuso di tè verde ecco che questo andrà applicato direttamente sulla zona interessata e lasciato agire per alcuni minuti senza strofinare. Il tè verde andrà prima filtrato e lasciato raffreddare. Per poter effettuare l’applicazione direttamente sull’orzaiolo sarà possibile utilizzare un batuffolo di cotone.

Bottiglia dell’olio

Questo viene considerato il tipico ‘rimedio della nonna’. In cosa consiste? Semplice, bisognerà guardare per qualche secondo all’interno della bottiglia dell’olio. E quindi semplicemente appoggiare l’occhio all’imboccatura della bottiglia ovviamente aperta.

Read previous post:
Danacol
Danacol, utile a combattere il colesterolo cattivo: ecco cosa sapere

Sottoporsi periodicamente a controlli e nello specifico effettuare delle analisi del sangue è importante per poter sapere se sono presenti...

Close