Home » Valeriana: benefici, proprietà, modalità d’uso e controindicazioni
Vivere

Valeriana: benefici, proprietà, modalità d’uso e controindicazioni2 minuti di lettura

Valeriana
Valeriana

Per chi non lo sapesse la valeriana è una pianta dalle proprietà particolarmente rilassanti e ricca di proprietà benefiche. Nello specifico appartiene alla famiglia chiamata valerianacee ed è ricca di alcaloidi e flavonoidi. La Pianta in genere è tipica delle regioni boscose dell’Asia e dell’Europa, Ma si trova anche nel Nord America e nelle regioni sudamericane per lo più quelle tropicali. La Pianta della valeriana però preferisce gli ambienti umidi e freddi e perlopiù cresce nei prati ombrosi. Generalmente la valeriana è utilizzata per trattare alcuni disturbi del sonno e dell’ansia ma è anche molto utile per curare l’intestino irritabile. Ma vediamo più nello specifico quelle che sono le proprietà della valeriana, i benefici i modi di utilizzo e soprattutto le dosi.

Proprietà

La radice Ha un odore purtroppo sgradevole e al proprio interno contiene degli oli essenziali alcuni flavonoidi e alcaloidi. Sembra che il meccanismo di azione dei costituenti della valeriana sia piuttosto Noto. Come abbiamo già detto, la valeriana ha delle interessanti proprietà rilassanti sedative ed anche ipnoinducenti nel senso che favorisce il sonno. Questo significa che accorcia il tempo utile per addormentarsi e sicuramente migliora la qualità del sonno.

Per tutte queste ragioni è indicata in coloro che ne soffrono di insonnia, di ansia e disturbi. La presenza dei terpeni e dei flavonoidi pare possano agire sui recettori dell’adenosina che sono responsabili dell’azione spasmolitica dei muscoli quindi può essere utile in caso di crampi e per coloro che soffrono della sindrome dell‘intestino irritabile. Detto in modo più semplice, le proprietà rilassanti e calmanti della valeriana fanno sì che questa pianta possa essere utile sulla mucosa intestinale.

Come utilizzarla

In commercio la valeriana si trova in diverse forme ovvero sotto forma di compresse o di gocce ma si può anche acquistare in erboristeria secca. Va detto che si può trovare la valeriana da sola oppure associata ad altre piante sempre per raggiungere l’obiettivo che è quello del relax. Nel caso in cui si decida di acquistare la valeriana secca si può semplicemente utilizzare preparando l’infuso. Quest’ultimo si può anche preparare con un cucchiaino di radice di valeriana unita ad una tazza di acqua molto calda.

Valeriana
Valeriana

In genere è consigliabile utilizzare un mix di piante proprio per distogliere il sapore molto forte e sgradevole della radice. Per le ragioni sopra enunciate è consigliabile bere l’infuso una mezz’oretta prima di andare a dormire. Si può anche utilizzare la tintura madre della valeriana e in questo caso si parla di 15 30 gocce da diluire nell’acqua da assumere in caso si apre difficoltà ad addormentarsi sempre 30 minuti prima.

Controindicazioni

Per quanto la valeriana possa essere naturale e possa avere degli effetti benefici, non bisogna tralasciare alcuni effetti collaterali. Questi possono insorgere perlopiù nel caso in cui se ne faccio un uso prolungato e continuo. In questo caso possono sorgere alcuni sintomi tra i quali emicrania, insonnia, pressione alta ed eccitabilità. Va anche detto che è sconsigliato l’uso della valeriana in gravidanza così come in allattamento.

Read previous post:
Conai
Conai, che cos’è? Di cosa si occupa e come opera

Avete mai sentito parlare del Conai? Va detto che questa sigla Conai interessa un po' tutti anche se non in maniera...

Close