Benessere Salute

Quinta malattia: cos’è e quali sono i sintomi

Quinta Malattia
Quinta Malattia

I bambini purtroppo vengono spesso colpiti da malattie esantematiche ovvero da una serie di malattie infettive di natura virale oppure batterica. Queste provocano una serie di sintomi come ad esempio febbre, mancanza di appetito, mal di testa, malessere vario ed il tutto è accompagnato da una tipica eruzione cutanea. Tra le malattie esantematiche più comuni dell’infanzia vi troviamo la rosolia, il morbillo, la varicella ma anche la scarlattina chiamata quarta malattia. L’eritema infettivo è invece chiamato quinta malattia. Proprio quest’ultima verrà approfondita nel corso di tale articolo.

Quinta malattia: cos’è

Quando si parla di quinta malattia o eritema infettivo chiamato anche megaloeritema epidemico, si fa nello specifico riferimento ad una malattia infettiva che viene causata dal Parvovirus B19, scoperto di preciso intorno al 1970. Come affermato poc’anzi, la quinta malattia rientra tra quelle chiamate malattie esantematiche ma nonostante ciò viene considerata la meno diffusa e quindi di conseguenza anche la meno conosciuta. È più comune nell’infanzia, soprattutto nella fascia d’età compresa tra i 5 e i 15 anni, e tale esantema tenda a coprire maggiormente il volto.

Il nome quinta malattia deriva dal fatto che le diverse malattie esantematiche sono state classificate seguendo quello che è l’ordine cronologico di scoperta. L’eritema infettivo o megaloeritema epidemico è stato scoperto in seguito al morbillo, la scarlattina, la rosolia e la scarlattinetta (chiamata di preciso quarta malattia). E’ dunque questo il motivo per il quale è chiamata quinta malattia. Tale forma di eritema infettivo e acuto si diffonde soprattutto nei mesi invernali e primaverili.

Quinta Malattia
Quinta Malattia

Quinta malattia: sintomi

Dopo aver chiarito a cosa ci si riferisce quando si parla di quinta malattia è adesso opportuno anche precisare quelli che sono i sintomi legati a tale condizione. Come fare a riconoscerla? A tal proposito è possibile affermare che in realtà i sintomi legati alla quinta malattia sono solitamente di lieve entità tranne in alcune eccezioni rare. Uno dei sintomi tipici che fanno bene intendere la presenza della quinta malattia è l’eritema che però non per forza dovrà essere pruriginoso. Poi ancora è possibile notare un rossore delle guance che oltre che rosse appaiono anche gonfie e particolarmente dolorose. Ed infine vi sono delle circostanze in cui si verifica anche una leggera febbre con mal di testa, dolori articolari e rinite. Volendo quindi fornire un elenco più dettagliato di quelli che sono i sintomi legati alla quinta malattia è possibile affermare che tra questi vi troviamo:

  • Febbricola e vari sintomi tipici dell’influenza;
  • eritema alle guance seguita da eruzione cutanea a livello di braccia e gambe;
  • infiammazione di polsi, mani, ginocchia, caviglie;
  • adenopatie occipitali oppure latero-cervicali;
  • enantema orale: termine con il quale si fa riferimento alla comparsa di macchioline rosee sulla mucosa faringea e sotto al palato.

Tali sintomi solitamente tendono a scomparire in 5-8 giorni ma vi sono circostanze in cui per guarire dalla quinta malattia potrebbero volerci anche 3 settimane. Il periodo di incubazione invece varia da 4 a 20 giorni.

Altro... Benessere, Salute
Flebite
Flebite: cos’è e quali sono i sintomi da riconoscere

Sarà capitato a molti di sentir parlare di flebite, termine medico con il quale si fa riferimento all'infiammazione di una...

Chiudi