Home » Pane al carbone vegetale, fa bene?: controindicazioni
Vivere

Pane al carbone vegetale, fa bene?: controindicazioni2 minuti di lettura

Pane al Carbone
Pane al Carbone

Sarà capitato sicuramente a molti di aver visto al forno, oppure al supermercato, il pane al carbone semplicemente indicato come pane nero. Si tratta di un pane molto scuro ottenuto dall’impasto tra pane a base di farina di lievito e carbone vegetale. Quest’ultimo solitamente viene utilizzato sotto forma di integratore naturale e si rivela davvero molto utile per sgonfiare la pancia e allo stesso tempo favorire la digestione.

Coloro che quindi per svariati motivi non riescono a digerire bene l’integratore al carbone vegetale potranno ottenere i suoi stessi vantaggi gustando tale pane. In questo modo non solo potranno godere del buon sapore del pane ma allo stesso tempo potranno contrastare la comparsa di fenomeni come gonfiore addominale e meteorismo.

Pane al carbone vegetale: benefici

Molto spesso si sente parlare dei benefici legati al pane al carbone vegetale. Quello che però in molti sono soliti domandarsi è se tali benefici sono da considerare reali oppure no. A tal proposito è possibile affermare che al carbone nero vegetale sono legate diverse capacità, tra cui quella di riuscire a catturare gas e liquidi, virus, batteri e le tossine che si trovano nel tratto gastrointestinale. In generale è possibile dire che i benefici, in ambito medico, legati a tale prodotto sono quelli relativi alla capacità assorbente di questa polvere.

Controindicazioni

A questo punto in tanti si staranno sicuramente domandando se al pane nero o al carbone vegetale sono legate o no delle controindicazioni. Secondo quanto emerso da studi e ricerche tali controindicazioni sembrerebbero esistere. Nello specifico alcuni farmaci non sembrerebbero garantire l’effetto desiderato se assunti o 30 minuti prima oppure 2 ore dopo aver assunto il carbone vegetale.  Il consumo quotidiano di pane al carbone vegetale sembrerebbe ridurre l’efficacia di ormoni tiroidei e anti-diabetici.

Potrebbe interessarti anche: Shirataki di Konjak, la pasta ricca di proprietà benefiche

Pane al Carbone
Pane al Carbone

Questo perchè il carbone sembrerebbe legarsi a tali medicine rendendole indisponibili e creando quindi un malassorbimento. Inoltre sempre un uso quotidiano di tale pane sembrerebbe ridurre anche l’assorbimento di alcune vitamine e di conseguenza sembrerebbe anche causare delle carenze, soprattutto nei più piccoli. I benefici legati all’assunzione quotidiana di pane al carbone vegetale sarebbero quindi inferiori rispetto a quelli che sono i rischi. Inoltre negli Stati Uniti il carbone vegetale sembrerebbe essere addirittura vietato in quanto sembrerebbe contenere il benzopirene ovvero una sostanza cancerogena.

Alternative al pane al carbone vegetale

Esistono delle alternative più salutari al pane nero al carbone vegetale considerate molto importanti in quanto in grado di aiutare a ridurre il gonfiore addominale. Di preciso stiamo parlando del pane azzimo e quindi non lievitato. Oppure ancora coloro che lo preferiscono potranno anche optare per il pane senza glutine, di mais oppure di riso. Queste sono da considerare due alternative davvero molto valide in quanto rendono il pane più digeribile e allo stesso tempo sono in grado di intervenire riducendo il gonfiore della pancia.

Read previous post:
Dieta Dissociata
Dieta Dissociata: come funziona e controindicazioni

Eliminare i chili di troppo non sempre è semplice. Ed è questo il motivo per il quale in tanti vanno...

Close