Vivere

Nichel, ecco come capire di esserne intolleranti

Nichel
Nichel

Il nichel viene spesso indicato come un metallo presente naturalmente sia nel terreno che negli alimenti. In realtà però si tratta anche di un prodotto di scarto industriale con il quale moltissime persone si trovano a dover combattere. Sempre più spesso, infatti, si sente parlare di allergia al nichel che può presentarsi in diversi modi e soprattutto con diversa intensità.

Allergia al nichel

Sono sempre più diffuse condizioni di allergia o di intolleranza al nichel. Per tale motivo il consiglio è, dopo aver notato i primi sintomi, quello di recarsi subito dal proprio medico di fiducia per ricevere specifiche indicazioni su quali sono i cibi da preferire, quelli da limitare ed infine anche quelli da escludere. Spesso però farlo del tutto risulta difficile, per non dire impossibile. E questo perchè la maggior parte degli alimenti contengono nichel e quindi escluderlo totalmente appare parecchio difficile. Vi sono alimenti che rispetto ad altri contengono ancora più nichel. A tal proposito è possibile dire che in generale coloro che soffrono di intolleranza al nichel dovrebbero evitare assolutamente tutti gli alimenti contenuti in lattine e scatolette di alluminio. Mentre invece sono da preferire le confezioni in vetro. Attenzione anche alle pentole di alluminio e alle padelle in teflon in quanto anche queste contengono nichel. Il consiglio è quello di sostituire le pentole in alluminio con delle padelle in teflon. E poi ancora pentole e teglie, per evitare problemi, potrebbero essere sostituite con vetro pirex.

Nichel
Nichel

Sintomi

Riconoscere un’allergia o intolleranza al nichel potrebbe essere semplice. Ovviamente però bisognerà prestare attenzione ad alcuni specifici sintomi. Tra questi vi troviamo:

  • arrossamenti: la pelle oltre che rossa potrebbe apparire anche squamata. Inoltre potrebbe comparire anche una vera e propria dermatite accompagnata da una sensazione di bruciore;
  • prurito: in seguito al contatto con il nichel è frequente la comparsa del prurito che solitamente può essere associato o ad una brutta orticaria oppure ancora alla comparsa, nella zona che entrata in contatto con oggetti metallici, di alcune piccole pustole;
  • mal di testa e nausea: nel primo caso potrebbero comparire emicrania e dolori o disturbi di diverso genere come ad esempio le vertigini e i capogiri.
  • insonnia: anche il sonno potrebbe diventare parecchio disturbato in caso di allergia al nichel. In questi casi la persona colpita oltre a soffrire di vera insonnia potrebbe anche provare una certa difficoltà ad addormentarsi;
  • infiammazione del cavo orale: un’allergia al nichel potrebbe causare afte e infiammazioni di bocca e gengive;
  • problemi intestinali: anche gastrite, colite, stipsi e gonfiore addominale potrebbero essere causati da un’allergia al nichel e quindi si tratta di sintomi che vanno presi in considerazione;
  • stanchezza e malessere: nello specifico in soggetti predisposti a tale tipologia di allergia potrebbero presentarsi sintomi generici come ad esempio la stanchezza, la spossatezza e una condizione di malessere generale;
  • variazioni di peso: in questi casi il soggetto allergico o intollerante potrebbe notare un notevole aumento di peso oppure ancora la perdita immotivata di qualche chilo. In entrambi i casi potrebbe trattarsi di intolleranza o allergia al nichel.

 

Tags
Altro... Vivere
Albumina alta
Albumina alta: valori di riferimento e cause

Vi è mai capitato di aver sentito parlare di albumina? Questa in realtà altro non è che una proteina che...

Chiudi