Benessere Fitness

Plank, l’esercizio ideale per addominali perfetti: come eseguirlo?

Plank
Plank

Una delle stagioni più amate da moltissime persone è l’estate. Ma allo stesso tempo questa viene anche considerata la stagione più temuta soprattutto da coloro che pensano di non essere in perfetta forma fisica. Coloro che desiderano avere la pancia piatta e tenere in forma anche altre parti del corpo allora non potranno non dedicarsi per almeno cinque minuti al giorno al plank. Questo è il termine con il quale si fa riferimento al più famoso esercizio per addominali.

Cos’è il plank

Se non vi è mai capitato di sentir parlare di plank ecco che allora siete capitati nel posto giusto in quanto qui di seguito troverete tante valide ed importanti informazioni. Plank è il termine utilizzato per far riferimento ad un esercizio statico specifico per gli addominali. Cosa lo rende speciale? Semplice, la capacità di far lavorare anche altre parti del corpo riuscendo quindi a scolpirle e snellirle. Il plank è molto famoso in tutto il mondo e a renderlo così celebre sono stati quattro motivi specifici. Ovvero:

  • il suo essere efficace;
  • il fatto di poter eseguire l’esercizio a corpo libero senza dover ricorrere all’aiuto di nessun attrezzo specifico;
  • la possibilità di poterlo praticare ovunque;
  • il fatto che per eseguirlo basteranno cinque minuti al giorno.

Come eseguire il plank

A questo punto vi starete sicuramente domandando ‘Ma cosa bisogna fare per eseguire perfettamente il plank?’ Semplice, basterà attenersi ad alcune semplici regole. Bisognerà:

  • sdraiarsi per terra rivolgendo il proprio addome verso terra;
  • piegare i gomiti di 90° cercando di allinearli alle spalle in maniera perpendicolare. Le braccia potranno anche essere tese ma sempre perpendicolari alle spalle;
  • formare una linea retta con il corpo ( e quindi dalla testa fino ai talloni). Sarà consentito appoggiarsi soltanto su mani o avambracci oppure sulle punte dei piedi;
  • bisognerà mantenere dritti sia la testa che il collo;
  • nel corso di tutto l’esercizio, e finché questo non sarà terminato, sia i glutei che i muscoli addominali dovranno rimanere contratti;
  • le gambe dovranno sempre essere dritte e poco distanti tra loro. Le ginocchia non dovranno mai essere piegate.

Potrebbe interessarti anche: Chiropratico, chi è e quale lavoro svolge

Plank
Plank

Benefici

Tanti ed importanti sono i benefici legati al plank. Qui di seguito verranno elencati uno per uno.

  • Ventre piatto: la parte più sollecitata dal plank è proprio l’addome. Grazie a questo tipo di allenamento a lavorare perfettamente sono tutti i muscoli addominali. Sia quelli superiori, quelli inferiori ma anche quelli laterali;
  • schiena più forte: la schiena si rinforza grazie agli esercizi di tonificazione e quindi si riducono notevolmente anche i rischi di infortuni alla colonna vertebrale e alla schiena;
  • glutei più tonici: grazie a tale esercizio verranno stimolati sia i glutei che i bicipiti femorali. Sarà quindi possibile notare sia una riduzione della cellulite sia un rassodamento dei glutei;
  • gambe toniche: grazie al plank sarà possibile tonificare tutti i muscoli. Tra questi anche quelli delle gambe e quindi polpacci e cosce;
  • maggiore equilibrio: il plank agisce anche perfezionando la postura. Questo di conseguenza permette anche di poter migliorare l’equilibrio, aspetto questo molto importante in quanto in grado anche di migliorare le performance relative ad ogni tipologia di attività sportiva.
Tags
Altro... Benessere, Fitness
Chiropratico
Chiropratico, chi è e quale lavoro svolge

Vi è mai capitato di sentir parlare di chiropratica? Questo è il termine con il quale si fa riferimento ad...

Chiudi