Benessere Salute

Chiropratico, chi è e quale lavoro svolge

Chiropratico
Chiropratico

Vi è mai capitato di sentir parlare di chiropratica? Questo è il termine con il quale si fa riferimento ad una specifica disciplina che si occupa di alleviare squilibri e di conseguenza agire anche positivamente su sindromi del dolore. Il nome deriva dal greco e di preciso keir significa mano e praxis significa agire.

Il nome chiropratica significa infatti ‘trattamento con le mani’. A tale disciplina è legata una figura professionale che da poco tempo è stata riconosciuta come una professione del sistema sanitario nazionale. Stiamo parlando del chiropratico sul quale qui di seguito troverete importanti informazioni.

Chiropratico, chi è

Il chiropratico è quindi un operatore del benessere che da poco ha visto riconosciute quelle che sono le sue competenze e che per tale motivo è entrato a far parte del gruppo delle professioni sanitarie. Il chiropratico quindi si occupa di curare attraverso la manipolazione con l’obiettivo di migliorare lo stato della colonna vertebrale e di conseguenza quella che è la sua relazione con gli organi interni. Il lavoro principale svolto da tale figura è quello legato ai disturbi dolorosi a carico della colonna vertebrale. E quindi sciatica, torcicollo, dolore alle braccia e alle gambe, dolore alle spalle. E per concludere anche lo schiacciamento dei dischi intervertebrali. Un vero professionista dovrà mostrare di essere delicato e dovrà evitare che una manipolazione possa trasformarsi in un qualcosa di traumatizzante e quindi dannoso. Infine è importante che il chiropratico agisca in maniera assolutamente delicata nel caso in cui siano presenti specifiche e delicate patologie. Tra queste l’osteoporosi, l’artrite reumatoide, reumatismo, ernie al disco, infezioni alle articolazioni e molto altro.

Potrebbe interessarti anche: Istamina, cos’è? I sintomi di una probabile allergia

Chiropratico
Chiropratico

Cosa fa il chiropratico

Il chiropratico agisce toccando il corpo e cercando di capire quella che è la causa del problema e i relativi sintomi. Ovviamente per fare ciò dovrà servirsi dell’aiuto di specifici test neurologici, ortopedici e chiropratici. Attraverso questi potrà poi valutare quelli che sono i riflessi della persona sottoposta al test, la sua forza muscolare ed altre importanti caratteristiche che riguardano il soggetto in questione. Solamente dopo avere individuato il problema ecco che potrà pensare ad un trattamento personalizzato. Questo potrà avere effetto immediato oppure ancora potrà essere necessario un tempo di azione più lungo. Il chiropratico agisce effettuando una manipolazione della colonna vertebrale. Vi sono però delle circostanze in cui il professionista invita il paziente a seguire una corretta alimentazione e a praticare attività fisica, smettere di fumare ecc. Insomma il chiropratico spesso invita anche il paziente a seguire un corretto stile di vita.

Come diventare chiropratico

A questo punto, dopo aver scoperto chi è il chiropratico e cosa fa vi starete sicuramente domandando ‘Come diventarlo?’. Semplice, bisognerà iscriversi ad un corso universitario la cui durata di tempo è compresa tra i cinque e i sei anni. Il programma da studiare è basato su scienza basica, scienza clinica e internato . Solamente dopo aver terminato tale carriera universitaria sarà possibile ottenere il titolo di ‘Dottore in Chiropratica’.

Altro... Benessere, Salute
Istamina
Istamina, cos’è? I sintomi di una probabile allergia

Tutti coloro che, sfortunatamente, soffrono di allergie avranno sicuramente sentito parlare almeno una volta nella vita di istamina. Questo è...

Chiudi