Home » Ernia ombelicale, cause: ecco quali sono i sintomi e le possibili terapie
Vivere

Ernia ombelicale, cause: ecco quali sono i sintomi e le possibili terapie

Ernia Ombelicale
Ernia Ombelicale

Tra le diverse tipologie di ernie che esistono ecco che vi troviamo l’ernia ombelicale. Nello specifico con tale denominazione si fa riferimento ad un disturbo che può colpire a qualsiasi età. Ma in modo particolare ad essere maggiormente colpiti, secondo quanto emerso dalle statistiche, sono proprio i bambini.

Ma prima di elencare quelli che sono i sintomi legati a tale disturbo e le possibili terapie è necessario precisare cosa si intende quando si parla di ernia ombelicale.

Ernia ombelicale, cos’è

Quando si parla di ernia ombelicale ci si riferisce nello specifico ad un disturbo che si presenta con un rigonfiamento del rivestimento addominale verso l’esterno. E tale rigonfiamento si presenta proprio attraverso l’ombelico. Solitamente l’ernia ombelicale è un disturbo che in particolar modo colpisce i bambini. E nello specifico i neonati o comunque i bambini molto piccoli. E la causa è legata alla caduta del cordone ombelicale. Di preciso, quando in seguito a tale caduta la parete addominale non si chiude nel giusto modo ecco che potrebbe verificarsi tale condizione. Differente è invece la causa legata all’ernia ombelicale negli adulti. In quest’ultimo caso infatti tale disturbo è da attribuire ad un aumento della pressione intra-addominale.

Nello specifico tale aumento può essere causato da problemi più o meno gravi come ad esempio gravidanze multiple, obesità. Ma anche tumori , ascite e cirrosi.  In base alla dimensione di quello che viene chiamato colletto erniario ecco che è possibile fare una specifica classificazione delle ernie ombelicali. Nello specifico quando il suo diametro è inferiore a 2 cm allora è possibile parlare di ernia ombelicale di dimensioni piccole. Quando misura tra i 2 e i 4 cm è di dimensioni medie. Ed infine quando misura oltre i 4 cm allora è di grandi dimensioni.

Ernia Ombelicale
Ernia Ombelicale

Ernia ombelicale, sintomi

Se in questo momento vi state chiedendo se vi sono alcuni particolari sintomi legati a tale disturbo ecco che la risposta è si. Uno dei sintomi maggiormente ricorrenti, in caso di ernia ombelicale dalle dimensioni ridotte, è sicuramente il dolore. Questo tende a manifestarsi in maniera più evidente in caso di sollevamento di pesanti carichi. Ma anche in seguito ad uno starnuto e ancora un colpo di tosse. Ma questo talvolta è anche accompagnato da altri disturbi come il gonfiore e una sensazione di bruciore. Ovviamente localizzato. Tale rigonfiamento può presentarsi, al tatto, più o meno soffice. Ma anche rigido e particolarmente noduloso. Ovviamente tutto ciò dipenderà dalla gravità della condizione in cui ci si trova. Vi sono anche persone che soffrono di ernia ombelicale e che soffrono di altri disturbi. Tra questi vi troviamo i disturbi dispeptici e quindi legati ad una cattiva digestione. E ancora disturbi intestinali.

Terapie

Nei bambini le ernie ombelicali tendono a regredire in maniera spontanea entro e non oltre i 12 massimo i 18 mesi di vita. Vi sono delle circostanze invece in cui il medico interviene per stimolare la guarigione. E lo fa fasciando l’addome e utilizzando delle specifiche bende elastiche contenitive. Vi sono però dei casi in cui, come in caso di ernia ombelicale nell’adulto, è necessario intervenire chirurgicamente.

Leggi articolo precedente:
Acetone
Acetone, cos’è e quando si manifesta: ecco i sintomi

Tra i disturbi che colpiscono spesso i bambini, e che proprio per tale motivo vengono definiti 'tipici' vi troviamo l'acetone....

Chiudi