Home » Cavolfiori viola: cosa sono, proprietà e come cucinarli
Mangiare

Cavolfiori viola: cosa sono, proprietà e come cucinarli

Cavolfiori Viola
Cavolfiori Viola

Vi è mai capitato di aver sentito parlare del cavolfiore viola? Questo fa parte della famiglia delle Crucifere e proprio il colore viola è quello che lo differenzia dal cavolfiore comune. Quello che non tutti sanno è che il cavolfiore viola è ricco di proprietà benefiche. E proprio queste verranno citate qui di seguito.

Cavolfiori viola: cosa sono e proprietà

Quando si parla di cavolfiore viola si fa nello specifico riferimento ad un incrocio tra il cavolfiore viola, il broccolo e il cavolo. Il colore viola è l’elemento che lo caratterizza e proprio questo è dovuto all’alto contenuto di carotenoidi e antociari. Sono diversi gli usi che è possibile farne, in cucina, del cavolo viola. Questo infatti molto spesso viene scelto al posto del cavolo comune proprio per la sua colorazione naturale in grado di fornire al piatto un particolare aspetto. A questo punto in molti si staranno sicuramente domandando quali sono le molteplici proprietà legate al cavolfiore viola. Ed ecco che a tal proposito è possibile dire che questo è ricco di tante proprietà benefiche per il nostro organismo. Il cavolfiore viola contiene antociani ovvero una specifica classe di flavonoidi utili in quanto in grado di aiutare il nostro corpo a combattere i radicali liberi.

Proprio il cavolfiore viola è poi considerato un ottimo antiossidante naturale. Questo infatti interviene in quelli che sono i processi di invecchiamento della pelle e agisce ritardando la comparsa di effetti degenerativi. Al cavolfiore viola è poi legato un forte potere antitumorale, o almeno questo è stato quanto emerso da recenti studi. Tale potere è reso possibile grazie alle proprietà depurative e lenitive del cavolfiore viola. E grazie alla presenza delle fibre alimentari considerate delle vere e proprie amiche del metabolismo dell’uomo.

Potrebbe interessarti anche: Polpette vegetariane, gustose e semplici da preparare: ricette

Cavolfiori viola
Cavolfiori viola

Essendo ricco di sali minerali come potassio, calcio e magnesio ecco che il cavolfiore viola agisce potenziando il sistema immunitario e apportando anche importanti benefici alle ossa. Nello specifico si rivelano utili nella prevenzione di malattie come l’osteoporosi e nel rafforzamento delle ossa. Grazie alla presenza di amminoacidi, invece, il cavolfiore viola è considerato un ottimo alleato per tutti coloro che soffrono di ipertensione arteriosa. Infine è anche indicato come ottimo antisettico naturale grazie alla presenza dello zolfo. A tal proposito è possibile dire che il cavolfiore viola si rivela utile nella remissione da infezioni e da virus. Ed inoltre agisce accelerando il lungo processo di guarigione da raffreddori e ferite.

Come cucinare il cavolfiore viola

Il cavolfiore viola oltre ad essere benefico per l’organismo dell’uomo è anche semplice da preparare e soprattutto molto gustoso. Una buona idea potrebbe essere ad esempio quella di preparare in casa il cavolfiore viola o al forno oppure gratinato. Nel primo caso,e quindi per cucinarlo al forno, occorrerà prima lavarlo e pulirlo per bene e poi metterlo a bollire. Per una sbollentata veloce basteranno circa 30 minuti. Dopo aver fatto ciò bisognerà lasciare scolare e raffreddare il cavolo e versarlo all’interno di una teglia da forno precedentemente imburrata. Bisognerà poi aggiustare con sale e pepe e aggiungere le spezie a proprio piacimento. La teglia andrà riposta in forno caldo ad una temperatura di 120°.

Leggi articolo precedente:
Scabbia
Scabbia sintomi, come riconoscerli?: ecco a cosa prestare attenzione

Tutti conoscono la scabbia o almeno ne hanno sentito parlare nel corso della propria vita. Questa è infatti una malattia...

Chiudi